Olio di ricino: usi e benefici per pelle, capelli e non solo

L’olio di ricino ha molte proprietà benefiche, ecco perché viene usato per la salute e la bellezza di pelle, capelli e non solo.

L’olio di ricino si ottiene spremendo i semi del Ricinus Communis ed è famoso per le sue proprietà benefiche per pelle, capelli, sopracciglia e ciglia. Lo stesso viene indicato prevalentemente come lassativo, anche se ad oggi viene utilizzato in molte situazioni differenti tra loro. In medicina, spesso, l’azione dell’olio di ricino viene sfruttata per liberare l’intestino prima di un intervento chirurgico.

Si tratta di un prodotto che contiene ricinoleina e trigliceride dell’acido rinoleico, come confermato dall’Istituto Humanitas. Questo ingrediente, quindi, conferisce all’olio di ricino alcune caratteristiche di spicco, uniche e riconducibili solo ad esso. Ecco come utilizzarlo per la bellezza di pelle e capelli.

Olio di ricino: cos’è e da dove deriva

Originario dell’Africa il ricino cresce anche in altre parti del mondo, ove la temperatura lo permette. È una pianta erbacea, di circa due metri o più, dalle foglie lobate con bordo dentato, verdi o rosse. I fiori, inoltre, si presentano in piccoli grappoli sulla cui parte basale sono presenti quelli maschili, mentre quelli femminili nella parte alta. La fioritura, come in buona parte delle piante, avviene in estate ed i frutti sono capsule spinose costituite da tre valve.

Tendenzialmente l’olio di ricino viene ingerito a stomaco vuoto ma per via del suo sapore amaro e poco gradevole lo si mescola con oli essenziali o succo d’arancia per mitigarne la sua gustosità acre. Quest’olio, denso e vegetale, è perfetto per la cura dei capelli, in quanto possiede un’azione rinforzante e lucidante che gli dona volume e lucentezza. Inoltre è un ottimo rimedio contro le doppie punte ed i capelli spenti e sfibrati. Un vero toccasana! Ma non solo, l’olio di ricino è perfetto anche per ciglia e sopracciglia: saranno più sane e forti in pochissimo tempo.

Pochi sanno, inoltre, che questo olio ed i suoi derivati sono utilizzati per la produzione di saponi, vernici, coloranti, rivestimenti, farmaci, cere, nylon e molto altro. Addirittura, nell’industria alimentare, l’olio di ricino è utilizzato in qualità di additivo: un esempio molto chiaro ci è fornito dall’aroma dei dolciumi e gli inibitori della muffa, in alcuni Paesi, quali Pakistan Nepal, l’olio è utilizzato per conservare cereali e legumi.

Olio di ricino per ciglia, sopracciglia e unghie più forti

Desiderate ciglia e sopracciglia più folte e forti? L’olio di ricino, grazie alle sue proprietà benefiche, è la soluzione che fa per voi. Un prodotto tutto naturale che aiuterà a rendere più folte e lucenti le vostre ciglia e sopracciglia. L’applicazione è molto semplice: vi basterà una goccia di olio sulle ciglia prima di andare a letto. Durante la notte il prodotto agirà sulle zone interessate ed al mattino vi basterà risciacquarle con un po’ di acqua per vederle già lucide e ben nutrite. In questo caso, la costanza è davvero fondamentale.

Avere delle sopracciglia folte e sane è fondamentale per uno sguardo femminile e sensuale e l’olio di ricino può costituire un valido aiuto per renderle tali. Questo olio viene scelto da tantissime donne per la sua azione fortificante e rinvigorente. Anche le sopracciglia beneficiano delle incredibili proprietà dell’olio di ricino: i peletti, infatti, cresceranno alla velocità della luce e saranno ben più nutriti e forti. In questo modo tutte le zone vuote verranno riempite e non sarà più necessario avvalersi del trucco. È fondamentale, però, applicarlo ogni sera sulle sopracciglia inumidite e lasciarlo agire per tutta la notte.

Ma l’olio di ricino è utilissimo anche per le unghie e le cuticole: seguite lo stesso procedimento di ciglia e sopracciglia e applicatelo prima di coricarvi; il giorno dopo le vostre unghie saranno più forti. È un prodotto che offre un valido aiuto nel caso di unghie che si spezzano facilmente o, addirittura, soggette a funghi.

Olio di ricino: benefici per la pelle

Come ormai ben sappiamo, l’olio di ricino idrata e purifica la pelle in profondità svolgendo un’azione anti-age, idratante ed elasticizzante. In generale, l’olio di ricino è presente in moltissime creme e prodotti cosmetici e, leggendone l’INCI, ve ne potrete rendere conto. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, ristrutturanti e disinfettanti, l’olio di ricino, è perfetto per chi soffre di problematiche legate alla pelle, in quanto l’aiuterà ad idratarsi e purificarsi profondamente.

Un impacco a basa di questo olio è sicuramente un toccasana per chi, sfortunatamente, ha la pelle secca, arida e disidratata: potrete miscelarlo comodamente con olio di mandorle o jojoba per un risultato davvero soddisfacente. Come affermato in precedenza, l’olio di ricino sfrutta l’azione anti-age e questo significa che stimola la produzione del collagene e dell’elastina della pelle. Le sue proprietà filmanti, poi, tendono a creare una barriera che protegge la pelle e ne impedisce la disidratazione.

L’olio di ricino è un buon alleato anche per chi soffre di dermatite cronica, verruche e micosi: l’impacco, lasciato agire per tutta la notte, garantirà un netto miglioramento. Per acne e brufoli, invece, siate costanti nell’applicare quotidianamente qualche goccia di olio nelle zone interessate, tamponando e massaggiando delicatamente.

Olio di ricino per capelli

Applicato sui capelli fragili e che tendono a spezzarsi, li rafforza e fortifica: è l’olio di ricino. Questo prodotto non è solo un ottimo alleato contro capelli sfibrati e doppie punte, bensì funziona molto bene contro la calvizia grazie alle sue note proprietà rinforzanti. Se utilizzato costantemente, infatti, l’olio di ricino attenuerà l’effetto crespo e sfibrato tipico del capello per una chioma sana e corposa. Da ricordare anche la sua azione anti-forfora.

Consigliamo di applicare l’olio sui capelli asciutti per una resa maggiore, dalle radici alle punte. Ci teniamo a spiegarvi, in pochi e semplici passi, come applicare correttamente l’olio e ottenere il risultato sperato. Innanzitutto, è bene sapere che l’impacco richiede un tempo di posa abbastanza lungo; armatevi dunque di tanta pazienza! In secondo luogo, sfrutta il calore e, quindi, l’azione del phon: ecco perché applicarlo al capello completamente asciutto.

Affinché possiate ottenere i risultati desiderati, è importante che seguiate in maniera precisa la nostra guida. Avere pazienza, inoltre, è fondamentale in quanto i risultati, seppur ottimi, saranno visibili solamente dopo svariate applicazioni. Per prima cosa, è necessario preparare l’impacco e per farlo avrete bisogno di una terrina, acqua calda, una cuffia da doccia, un asciugamano, olio di coccole o mandarlo e, chiaramente, l’olio di ricino.

Il primo step prevede di mixare l’olio di ricino con un altro olio a scelta fra quello di cocco e quello di mandorle, i due dal profumo più dolce e gradevole: questo è necessario per eliminare l’odore acre dell’olio essenziale. Dopodiché versate il composto in un barattolo di vetro ed agitatelo fino a quando i due prodotti non saranno miscelati completamente. Nel frattempo, versate dell’acqua calda nella terrina che avete a disposizione ed immergete il barattolo contente la miscela. Dopo circa 4/5 minuti, il composto sarà pronto per essere versato in una coppetta ed essere applicato con le dita sulla chioma. È un procedimento molto semplice e veloce che però deve essere fatto con estrema attenzione.

A questo punto, il prodotto potrà essere applicato sui capelli ma vi raccomandiamo di coprirvi le spalle con un asciugamano per evitare di rovinare i vestiti. Massaggiate con cura il cuoio capelluto in modo da poter garantire la completa azione della miscela e procedete distribuendo l’olio di ricino su radici e punte molto delicatamente. Lentamente massaggerete i capelli, passando le dita lungo tutta la lunghezza ed infine raccoglierete i capelli con la cuffia da doccia.

Come vi abbiamo già anticipato, il tempo di posa è abbastanza lungo: va da un mino di trenta minuti fino a tre ore. Trascorso il tempo necessario, sarà il momento di risciacquare abbondantemente i capelli affinché si possano ottenere i risultati sperati. I benefici dell’olio di ricino non saranno visibili nell’immediato, ma vi garantiamo che se mantenuto costante nel tempo, questo trattamento, fa davvero miracoli. Provare per credere!

Olio di ricino: controindicazioni e precauzioni

L’olio di ricino è fortemente sconsigliato a chi presenta un’ipersensibilità di tipo allergico: questo significa che è fondamentale porre una certa attenzione a determinati ingredienti dei prodotti a base di questo olio. Se soffrite di colon irritabile, problemi intestinali e stipsi, l’olio di ricino non è indicato per voi in quanto potrebbe andare a danneggiare situazioni preesistenti. Lo stesso discorso vale per le donne in gravidanza o allattamento. L’olio di ricino, inoltre, potrebbe alterare l’assorbimento di alcuni medicinali e dunque la loro resa in generale. A fronte di ciò, è bene consultare un medico e non assumere di spontanea volontà questo estratto.

Nonostante l’olio di ricino possieda note proprietà benefiche antinfiammatorie, emollienti e antibatteriche, è necessario prendere alcuni accorgimenti prima di assumerlo. Vi consigliamo, appunto, di consultare un medico prima di procedere all’utilizzo di quest’olio in modo da poter escludere alcune patologie (appendicite, diverticolite, tossinfezioni) ed evitare problematiche fastidiose. Infine, vi suggeriamo fortemente di consultare il medico prima di decidere di interrompere o variare l’assunzione di altri prodotti contemporaneamente all’uso dell’olio di ricino.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Olio di ricino: usi e benefici per pelle, capelli e non solo