In forma con la kickboxing, arte marziale antistress

Sport a metà strada tra arte marziale orientale e pugilato anglosassone, la kickboxing fa scaricare stress e chili di troppo. E ti aiuta nell'autodifesa.

Calci e pugni per tornare in forma. E’ possibile grazie alla kickboxing, un’attività divertente, aerobica e liberatoria che fa dimagrire e tonificare braccia, gambe e glutei.

In un’ora di kickboxing si smaltiscono fino a 600 calorie, un ottimo rimedio alle abbuffate tra Natale e Capodanno, e un buon punto di partenza per adottare e far proprie le utilissime tecniche di autodifesa.

Una disciplina americanizzata nata in Giappone circa cinquant’anni fa in aggiunta alle altre forme di combattimento tipiche dei nipponici, come il karate e il taekwondo.

La kickboxing unisce sapientemente le tecniche delle arti marziali provenienti dalle terre del Sol Levante, visibili nella parte dei calci, e la boxe occidentale percepibile nei pugni. Si può dire che è l’espressione fitness di due culture differenti.

Muniti di guantoni da boxe e sotto le fascette di protezione, tutti possono prendere parte ad una lezione collettiva di kickboxing per cui ci si prepara con una corsetta preliminare e il salto della corda per imparare a coordinarsi e a rafforzare i polpacci. Il riscaldamento non deve mai essere sottovalutato e deve sempre anticipare tutte le attività fisiche che deciderete di fare.

Diretti, laterali e montanti per rafforzare le spalle, il seno e le braccia, in particolare i tricipiti, punto dolente di molte donne.

I calci, dai diretti ai circolari, sono utili per le cosce e i glutei che uniti alle torsioni fanno bene al vitino da vespa al quale le donne mirano. Prima di avvicinarsi al sacco o al personal trainer, si trascorre una breve fase davanti allo specchio giusto per acquisire i movimenti base di questo allenamento da veri combattivi che all’occorrenza diventa anche una danza collettiva.

La kickboxing rende anche chi la pratica più sicuro di sé ed è un ottimo esercizio per le donne che apprendono le tecniche di difesa personale. Questo perché allena anche i riflessi che dopo un po’ acquistano più prontezza in un corpo già allenato. E poi la consapevolezza di essere pronti e capaci aiuta più di qualsiasi altro antidepressivo.

A ritmo di musica e con un buon motivatore che partecipa alla seduta, la kickboxing permette infine di scaricare tutto lo stress accumulato nella giornata: sferrare calci e pugni fa più che bene in questo senso e dopo ci si sente più leggeri anche nello spirito. Mens sana in corpore sano.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In forma con la kickboxing, arte marziale antistress