Dieta giallo-arancio: perdi peso e migliori l’abbronzatura

Caratterizzata dalla prevalenza di frutta e verdura dai colori vivaci, permette di dimagrire, depurarsi e prepararsi alla tintarella

La dieta giallo-arancio è un percorso alimentare che permette di tornare in forma e, nel contempo, di preparare la pelle all’abbronzatura.

La frutta e gli ortaggi caratterizzati da questi colori sono infatti ricchi di betacarotene, precursore della vitamina A.

La seconda sostanza, conosciuta anche con il nome di retinolo, rappresenta un vero e proprio toccasana per la salute della nostra pelle. Grazie alla sua efficacia antiossidante, la protegge infatti dall’azione dei radicali liberi, aiutando a prevenire scottature e macchie solari soprattutto dopo le prime sessioni di tintarella della stagione estiva.

Utile per favorire il buonumore, la frutta e la verdura di color giallo-arancio fa bene pure alle cellule del cuoio capelluto, prevenendo i problemi di secchezza.

Per quanto riguarda lo schema alimentare ci si può davvero sbizzarrire! Quello che conta è mettere al centro della propria alimentazione frutta e ortaggi gialli/arancioni.

Un’ipotetica giornata può, per esempio, iniziare con un bicchiere di latte vegetale, una pesca (frutto dalle straordinarie proprietà energizzanti) e una fetta biscottata integrale con un velo di marmellata senza zuccheri aggiunti. Come spuntino si può invece preparare un fresco centrifugato a base di anguria e carote, sano e pratico anche per il pranzo in ufficio.

Se questo mix non dovesse piacere, se ne possono provare tanti altri, aggiungendo albicocche, succo di limone e, se si amano i sapori forti, pure un pizzico di zenzero (non rientra nell’ambito della frutta e degli ortaggi di colore giallo-arancio, ma fa benissimo e dà un tocco inconfondibile).

Tornando allo schema alimentare, per pranzo si può portare in tavola l’inossidabile coppia prosciutto e melone, per fare il pieno di proteine e per depurarsi (il melone è composto per oltre il 95% da acqua).

Un altro ottimo alleato della dieta giallo-arancio è il mango, frutto contraddistinto da una polpa ricca d’acqua e di vitamine (soprattutto A, C e vitamine del gruppo B). Anche la sua buccia è un concentrato di benessere in quanto caratterizzata dalla presenza di polifenoli, acidi grassi e carotenoidi. Non eccessivamente calorico, ma ricco di zuccheri semplici (per questo è bene non esagerare), il mango va benissimo come spuntino pomeridiano, così da arrivare a cena senza il rischio di cali di energia.

Per cambiare, ogni tanto è possibile sostituirlo con la papaya, un altro frutto che risponde perfettamente ai criteri della dieta giallo-arancio e che si distingue per la sua efficacia antiossidante (è ricchissima di vitamina C).

Da non dimenticare è infine la versatilità delle carote che, disponibili tutto l’anno, possono essere sfruttate in questo schema alimentare per preparare delle ottime frittate, perfette per una cena rapida e salutare.

La dieta in questione va seguita per un numero limitato di giorni e intrapresa dopo aver consultato il proprio medico di fiducia.

 

Dieta giallo-arancio: perdi peso e migliori l’abbronzatura