Dieta e diabete: i consigli per abbassare l’indice glicemico delle patate

Le patate hanno un indice glicemico molto alto e sono sconsigliate quando si è a dieta, ma esistono alcuni trucchi per abbassare questo valore

L’indice glicemico è l’incubo di chi è a dieta e vuole perdere qualche chilo, ma anche dei malati di diabete. Fra i cibi che presentano questo valore molto alto troviamo le patate.

Abolirle totalmente dall’alimentazione però non è la scelta, soprattutto perché sono ricche di proprietà benefiche per l’organismo. Cosa fare dunque? Esistono delle strategie, sviluppate dai nutrizionisti, per ridurre l’indice glicemico dei cibi ed in particolare delle patate. La cottura infatti è un elemento fondamentale per innalzare oppure abbassare l’IG.

L’indice glicemico indica a capacità di un alimento di aumentare il volume del glucosio nel sangue. Il parametro è stato creato tenendo come punto di riferimento il pane, che presenta un IG uguale a 100. Quando gli zuccheri presenti nel corpo aumentano a dismisura viene prodotta l’insulina che ha il compito di riportare a valori normali la glicemia. Di conseguenza se vengono assunti troppi carboidrati rispetto a quelli consumati per produrre energia, l’eccesso si trasforma in adipe.

Le patate in particolare presentano un indice glicemico molto più alto rispetto alla pasta e al pane, pari a 105 che deriva in gran parte dall’amido, che viene completamente digerito dal nostro corpo. Esistono però alcuni trucchi per ridurre questo parametro e mangiare le patate anche se si è a dieta o si soffre di diabete.

Per prima cosa fate attenzione quando scegliete le patate. Evitate tuberi che sono maturati troppo e non conservateli a lungo in dispensa perché in questo modo l’indice glicemico aumenta inesorabilmente. Meglio puntare sulle patate novelle, tenere, appena raccolte e con una buccia sottile.

Un altro modo per neutralizzare l’indice glicemico? Fate bollire le patate e poi mangiatele fredde. Cuocendo i tuberi in acqua calda, l’amido forma un gel, mentre l’IG si abbassa, rendendo questo ortaggio più dietetico e facilmente digeribile. Infine ricordatevi sempre di accompagnarle con dei cibi proteici e ricchi di fibre, come legumi, verdure di stagione, ma anche carne bianca e pesce, in grado di rallentare l’assorbimento dei carboidrati.

Dieta e diabete: i consigli per abbassare l’indice glicemico del...