Dieta con bacche di acai, ti depuri e controlli il colesterolo

Questi frutti, originari dell'Amazzonia, sono dei gustosissimi alleati della forma fisica e della salute

La dieta con bacche di acai è uno schema alimentare che favorisce la depurazione dell’organismo e il controllo dei livelli di colesterolo cattivo.

Queste bacche originarie dell’Amazzonia, caratterizzate da un piacevole sapore acidulo, sono famose soprattutto per la loro carica antiossidante. Nel corso degli anni, sono stati effettuati diversi studi sulla loro composizione. Tra questi è possibile ricordarne uno del 2004, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine del Journal of Agricultural and Food Chemistry. La ricerca in questione ha fornito l’ennesima conferma della consistente presenza di antocianine e polifenoli nelle bacche di acai.

Frutti dell’açaizeropalma appartenente alla famiglia delle Euterpe Oleracea, le bacche di acai sono estremamente ricche dal punto di vista nutrizionale. Contengono infatti fibre – fondamentali per favorire la funzionalità intestinale e la depurazione dell’organismo – ma anche proteine, vitamine, minerali e acidi grassi, alleati preziosi contro il colesterolo cattivo LDL.

Degna di nota è pure la presenza di steroli. Quando si chiamano in causa queste sostanze, è bene citare la loro efficacia contro il colesterolo cattivo, ma anche la loro funzione antinfiammatoria e decongestionante.

Contraddistinte da proprietà remineralizzanti, le bacche di acai rappresentano un’ottima risposta per chi è alla ricerca di una soluzione in grado di limitare l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo. Introdurle nella propria dieta significa anche avere delle (naturali) in più nella lotta contro i dolori mestruali.

Al centro di una campagna pubblicitaria capillare da diversi anni – le ha nominate anche la regina dei talk show USA Oprah Winfrey nel corso di una puntata del suo programma durante la quale era presente pure il celebre Dottor Oz – le bacche di acai sono anche un’eccellente fonte di vitamina C e possono essere rese protagoniste di diverse ricette.

Tra queste è possibile ricordare la gustosa acai bowl, che si può preparare frullando questi straordinari frutti assieme a mezza banana e aggiungendo anche mezza tazza di latte vegetale e un cucchiaino di miele. Un’altra idea semplice ma altrettanto sfiziosa consiste nell’aggiungerle al muesli che si consuma al mattino nello yogurt.

Prima di iniziare una dieta con bacche di acai è bene sapere che l’assunzione di questi frutti non ha particolari controindicazioni. Ovviamente è fondamentale non esagerare: questi frutti sono infatti ricchi di fibre che, in caso di eccesso, possono causare problemi intestinali. Prima di cominciare ad assumerli è in ogni caso opportuno consultare il proprio medico curante, soprattutto se si è in dolce attesa o se si sta allattando al seno.

Dieta con bacche di acai, ti depuri e controlli il colesterolo