Cicoria: tipologie, proprietà benefiche e uso

La cicoria è un ortaggio estremamente comune dal tipico sapore amarognolo e dalle interessanti proprietà benefiche, ecco quali.

La cicoria non dovrebbe mai mancare a tavola dal momento che è ricca di virtù, a partire dalla sua azione preziosa depurante.

La grande famiglia della cicoria
La cicoria comune, botanicamente nota come cichorium intybus, è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Asteraceae. La cicoria selvatica cresce spontaneamente durante tutto l’anno producendo dei caratteristici fiori azzurri, ma ne esistono anche svariate tipologie orticole. La famiglia della cicoria è infatti molto numerosa, ne fanno parte non solo la tipica insalata a foglia verde, ma anche il radicchio rosso, il radicchio variegato, la catalogna, la cicoria di Bruxelles o Witloof, la barba di cappuccino, il ceriolo, la rosa di Chioggia e di Gorizia, solo per citare alcune delle varietà presenti. La diverse tipologie si distinguono per colore e forma della foglia, ma si caratterizzano tutte per il sapore tendente all’amarognolo dato da una sostanza chiamata cicorina.

Usi della cicoria
In cucina si usano le foglie, sia crude in insalata sia cotte come contorno o farcia per torte salate e pasta ripiena, oltre che come ingrediente di antipasti e primi. In fitoterapia si usano foglie e radici. Da queste ultime si ottiene un surrogato del caffè privo di caffeina.

Proprietà della cicoria
La cicoria contenendo sostanze come cicorina, inulina, colina, tannino, amido, sali minerali e vitamine, depura e stimola l’attività di pancreas, cistifellea, reni, intestino e fegato, contribuendo a migliorare la digestione e depurare l’organismo. Ricca di fibre, ha potere lassativo e aiuta a regolare il livello di zucchero e colesterolo nel sangue, ecco perché è particolarmente indicata per chi soffre di diabete o colesterolo alto. Antiossidante grazie alla presenza di carotenoidi, vitamina C e vitamina E, la cicoria rafforza il sistema immunitario mantiene la pelle e l’organismo giovane. Dalle virtù disinfettanti, antibatteriche e antimicrobiche, è utile in caso di acne, infiammazioni e infezioni di diverso tipo. Poco calorica, la cicoria aiuta a restare in forma e ha una funzione regolatrice nei confronti dell’appetito.

Cicoria, controindicazioni
Non esistono controindicazioni al consumo di cicoria. Come ogni alimento non va mangiato in eccesso. Un consumo eccessivo potrebbe generare gonfiore addominale.  Potrebbero inoltre manifestarsi dei fenomeni allergici in chi è sensibile a una delle sue componenti, ma ciò si verifica raramente.

Cicoria: tipologie, proprietà benefiche e uso