Verissimo, Sarcina: “Ho abusato di stupefacenti”. E parla di Clizia Incorvaia

Nel salotto di Silvia Toffanin il leader de Le Vibrazioni parla del suo passato difficile e della sua ex Clizia Incorvaia

Un’altra puntata ricca di emozioni a Verissimo, che ha accolto ospiti importanti che si sono aperti e hanno condiviso le loro storie con il pubblico a casa.

Tra i vip che si sono accomodati nel salotto di Silvia Toffanin Francesco Sarcina, il frontman de Le Vibrazioni, che ha presentato in anteprima la sua autobiografia ‘Nel mezzo’ dove ripercorre episodi molto forti che hanno caratterizzato la sua vita, come l’abuso di sostanze stupefacenti: “Sono nato nelle periferie milanesi dove giravano violenza e droga – racconta -. All’inizio non facevo un uso così pesante di sostanze, ma il problema era la mentalità. Gli abusi sono arrivati dopo, ma questa cosa è stata una cicatrice che mi ha leso parecchio”.

Una frequentazione che ha decisamente stravolto l’esistenza del cantante e lo ha persino portato a rischiare l’overdose: “Vivere al limite dell’impossibile, in maniera borderline, porta sull’orlo dell’esasperazione. Questa cosa inevitabilmente attrae persone che sono come te, non c’è nessuno che viene a salvarti: attiri solo la negatività. Per colpa di un’altra persona – prosegue – della quale ero molto innamorato, che aveva già tentato il suicidio parecchie volte, sono stato trascinato in un buco nero nel tentativo di starle vicino. A differenza mia, lei faceva uso di sostanze pesanti. Una volta ho voluto provare anch’io per capire cosa sentisse e per maledire tutta questa situazione. Lei è andata in overdose, io per fortuna non ho rischiato la vita ma è stata una bella mazzata”.

In un periodo così complicato, Sarcina ha avuto però il coraggio di confrontarsi e chiedere sostegno a qualcuno che poteva capire cosa stesse passando. Il riferimento è a J-Ax, che lo ha aiutato molto in quel frangente: “Lui aveva già fatto outing su questo argomento e l’ho chiamato per capire come potevo fare per uscirne. Era felicissimo della chiamata e mi ha detto che il percorso sarebbe stato lungo e complicato perché quel demone ti rimane. È una lotta che dura anni. Ora il demone si è trasformato, sono arrivato alla fine ma è stata dura”, spiega.

Per affrontare i propri demoni, però, bisogna comprendere da dove arrivino: il disagio di Sarcina ha probabilmente avuto origine da una vicenda della sua adolescenza e che ha coinvolto sua mamma: “Mia madre, dopo una gravidanza interrotta al settimo mese, ha avuto dei momenti molto difficili che l’hanno portata ad andare via di casa. Nel tempo si è portata dentro una condizione psicologica devastante, per la mia famiglia quell’episodio è stato una valanga. Ero un ragazzino quando è se n’è andata, poi l’ho ritrovata dopo qualche anno e quando l’ho rivista ho vissuto emozioni molto contrastanti”.

Un’intervista a tutto tondo, quella con Silvia Toffanin, dove il cantante ha modo di aprirsi anche riguardo la sua relazione con Clizia Incorvaia, con cui ha avuto una bambina. Su di lei Francesco confessa: “Le persone hanno parlato tanto a differenza mia. In questo libro ho voluto colpevolizzare solo me stesso, mi sono messo a nudo e mi sono autodenunciato. Mi sono reso conto che è facile giudicare gli altri, ma chi lo fa in continuazione è perché ha dei problemi con sé stesso. Penso che dopo un grande amore ci possa essere una grande rabbia, con la speranza però che poi possa arrivare una grande pace, perché bisogna pensare ai figli. I gossip mi hanno fatto sorridere, ho vissuto cose ben peggiori, ma vanno tutelati i figli: ho sofferto molto per loro”.

Infine, su una nuova relazione il frontman delle Vibrazioni glissa: “In questo momento sto bene e sono molto felice, ma preferisco preservare quello che sto vivendo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Verissimo, Sarcina: “Ho abusato di stupefacenti”. E parla di Clizi...