Domenica In, Amadeus e il Sanremo Ter: la confessione di Fiorello

Amadeus, ospite a Domenica In, ha raccontato come sarà il suo Festival. A lanciare uno scoop, Fiorello, che ha parlato di un possibile Sanremo Ter

Mancano due giorni alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo, e l’attesa è alle stelle. Amadeus, al fianco dell’immancabile amico di una vita, Fiorello, sarà nuovamente al timone per il secondo anno consecutivo. Ospite a Domenica In, il duo si è lasciato andare ad alcune curiose confessioni e anticipazioni sui cinque giorni di kermesse, senza rinunciare ad alcuni scoop che hanno lasciato Mara Venier piacevolmente stupita.

Il più scottante? Un Sanremo Ter da parte del conduttore dei Soliti Ignoti. Fiorello, infatti, ha affermato che Amadeus gli avrebbe confessato di voler ripetere l’esperienza sanremese anche il prossimo anno. Questa edizione, d’altronde, rappresenterebbe la rinascita, ma nel 2022 si potrebbe organizzare un Festival in pompa magna, come sempre accaduto. Amadeus, nell’immediato, non ha commentato, lasciando parlare a ruota libera il “compagno di palco”, il quale ha poi aggiunto “mi ha detto o lo faccio io o Mara Venier”. La padrona di casa, però, ha subito declinato l’offerta, dicendo di aver preso altri impegni, sui quali però non ha voluto proferire verbo, spiegando che si saprà molto presto.

Insomma, il trio ha indubbiamente messo carne sul fuoco e appare assai probabile che anche il prossimo anno vedremo Amadeus e Fiorello calcare il palco dell’Ariston. Verso la fine dell’intervista, infatti, dopo esser stato nuovamente stuzzicato da Mara, Amadeus ha dichiarato: “Non confermo e non smentisco”, scatenando la spontanea risposta della conduttrice. Quest’ultima, infatti, ha esclamato: “Quando lo dice Rosario, la ciccia c’è!”. É ancora presto per dirlo, ma appare lampante che ci saranno ulteriori sviluppi. Staremo a vedere!

Se la regina del pomeriggio domenicale di Rai 1 ha negato un suo possibile coinvolgimento al prossimo Festival di Sanremo, ciò non vuol dire che non la vedremo nella cittadina ligure. Amadeus, infatti, si è lasciato sfuggire che la prossima Domenica Mara sarà a Sanremo per condurre il suo contenitore pomeridiano.

Nel corso della lunga intervista, poi, Mara ha chiesto ad Amadeus come sta vivendo questo secondo Festival, da un punto di vista intimo ed emotivo. La risposta non è tardata ad arrivare, spontanea e puntuale: “Lo vivo sempre un po’ come un sogno. Io venivo per conto delle radio negli anni Ottanta, facevo le interviste e non avevo accesso all’Ariston, ma camminare solo nelle strade per me era entrare nel sogno della mia vita, cioè avere un contatto col Festival, quindi figurarsi quando mi hanno chiamato l’anno scorso. Ha una sua magia, è la storia della musica italiana, la storia del costume, la storia di questo Paese. È un segnale di riapertura verso tutto un settore, quello musicale, che speriamo possa riaprire da qui a una vita normale”.

Segnale che ha però dovuto adeguarsi all’angosciosa situazione che tutto il mondo sta affrontando. Quest’anno, infatti, non ci sarà la presenza del pubblico, ma “sul palco, Sanremo sarà quello che avete sempre visto, con cose nuove” ha spiegato l’anchor man di Rai 1. “Il Festival è fatto di tante belle canzoni, di gioco e divertimento, per regalare cinque serate spensierate (…) Certo, il contorno è strano, c’è il lockdown, l’anno scorso di questi tempi migliaia di persone erano in giro per la città. Però noi siamo entrati nella modalità senza pubblico, che consiste veramente nelle persone che saranno a casa” ha continuato Amadeus.

Freschezza e innovazione saranno portati invece da Achille Lauro, che presenzierà per il terzo anno consecutivo alla kermesse canora, ma in una veste diversa: “Farà delle performance, 5 quadri, che hanno una struttura. Lui ci sta lavorando da Novembre, quando gli ho proposto di averlo come ospite per tutte le sere. Insieme al suo staff si è messo al lavoro (…). É un ragazzo simpaticissimo, io e Rosario siamo felicissimi che faccia parte del cast di quest’anno”.

Oltre al cantante di Me ne frego, sul palco dell’Ariston presenzierà anche Zlatan Ibrahimovic, uno dei calciatori più famosi ed apprezzati di sempre. Amadeus lo ha incontrato la scorsa estate in un ristorante, ed è rimasto colpito dalla sua storia. Ha dunque pensato di proporgli di affiancare lui e Fiorello per tutte e cinque le serate del Festival. Sono bastati pochi giorni a convincere il campione rossonero, che ha accettato l’offerta con notevole entusiasmo.

Le protagoniste, però, saranno come sempre le canzoni. La regina del salotto domenicale di Rai 1 ha dichiarato che alcuni giornalisti le hanno riferito che il livello musicale, quest’anno, è molto alto. Il cast, eclettico, ma comunque efficacemente amalgamato, sembra esser pronto a stupire, riservando sorprese inaspettate. Il conduttore ha cominciato l’ascolto delle canzoni a settembre, terminandolo a novembre. Tanti i brani che hanno tentato di aggiudicarsi un posto al Festival, ma solo in 26 (che è comunque il numero più alto di pezzi in gara di sempre) ce l’hanno fatta. Ci saranno diversi cantanti conosciuti, come Arisa, Noemi, Francesco Renga ed Ermal Meta, ma anche tanti nuovi volti emergenti che porteranno una ventata di aria fresca, tra cui Gaia, Madame o La Rappresentante di Lista. Non ci si lasci ingannare dalla giovane età: i loro brani si preannunciano potenti ed è assai probabile che riusciranno a scalare con facilità la classifica.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Domenica In, Amadeus e il Sanremo Ter: la confessione di Fiorello