Sanremo 2022, chi sono i conduttori del PrimaFestival

Tre conduttori d'eccezione per il PrimaFestival, al via da sabato 29 gennaio: Roberta Capua, Ciro Priello e Paola Di Benedetto guidano l'anteprima di Sanremo 2022

Il cast televisivo di Sanremo 2022 è delineato. Dopo l’annuncio delle 5 conduttrici al fianco di Amadeus per le cinque serate è ufficiale anche il terzetto di presentatori alla guida del PrimaFestival. L’anteprima della manifestazione è quindi confermata, con la guida di Ciro Priello, Paola Di Benedetto e Roberta Capua. Il debutto è fissato per sabato 29 gennaio e proseguirà fino al 5 febbraio, serata finale della 72ª edizione della manifestazione.

Chi sono i conduttori del PrimaFestival

Ciro Priello conduce il PrimaFestival di Sanremo 2022. Si rinnova così l’appuntamento con la consueta striscia di anteprima del Festival, trasmessa dalle 20,35 alle 20,45, da sabato 29 gennaio a sabato 5 febbraio. I nomi sono stati scelti tra alcuni dei volti più amati del pubblico, a cominciare proprio da quello di Ciro Priello, emerso nel 2021 per la partecipazione a LOL – Chi ride è fuori e Tale e Quale Show. L’artista dei The Jackal è stato una vera rivelazione su entrambi i punti, soprattutto nel programma di Conti, nel quale ha letteralmente sbaragliato la concorrenza.

A completare il trio, sono Roberta Capua e Paola Di Benedetto. Per la conduttrice ed ex Miss Italia si tratta di un gradito ritorno su Rai1, dopo il buon riscontro di Estate in Diretta con Gianluca Semprini, mentre per la ex vincitrice del GF Vip è una grande opportunità nonché una prima volta. La conduzione del PrimaFestival segue così quella di Hot Factor su Sky, che ha presentato nel 2021.

Tre conduttori dalle personalità molto diverse, quelli scelti per il PrimaFestival, che ha visto rivoluzionare completamente il parterre dei presentatori. Non è previsto il ritorno di Giovanna Civitillo, moglie di Amadeus, che invece aveva condotto l’anteprima nel 2021.

Sanremo 2022, un’edizione completamente nuova

Seppure garantisca una certa continuità con le edizioni precedenti, la terza a guida Amadeus presenta già alcuni punti di rottura con il passato. A cominciare proprio dai nomi scelti per le conduttrici chiamate ad affiancarlo nelle cinque serate del Festival. E no, non solo per l’ottima scelta di Drusilla Foer ma anche per quella di Maria Chiara Giannetta, Lorena Cesarini e per le veterane Ornella Muti e Sabrina Ferilli.

Per il direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo, il banco di prova è importantissimo. Da un lato, per il ritorno del pubblico in sala, che nel 2021 è mancato per tutte le serate, dall’altro per l’assenza di Fiorello che sta agendo nell’ombra. La sua presenza è stata confermata, ma ancora non si sa in quale ruolo.

Il ritorno del pubblico in sala ha richiesto un’organizzazione serrata, con un protocollo rigido da seguire per evitare il contagio da Covid e per mettere in sicurezza gli spettatori ma anche i tanti lavoratori all’interno e all’esterno dal Teatro Ariston. La possibilità di rimandare non è stata minimamente contemplata, anticipando addirittura la prima serata al 1° febbraio.

I Campioni sono stati decisi, con la ricalcando il desiderio di rinnovamento che si era avvertito nel 2021, senza dimenticare i grandi nomi come quelli di Gianni Morandi, Massimo Ranieri, Iva Zanicchi, Emma.