Festival di Sanremo, come funziona la giuria demoscopica e popolare

Manca pochissimo all'inizio della 72esima edizione del Festival di Sanremo: Amadeus ha introdotto delle novità sulle giurie

Manca pochissimo all’inizio della 72esima edizione del Festival di Sanremo e l’attenzione è alle stelle: del resto la kermesse musicale riesce ogni anno a raccogliere davanti al piccolo schermo milioni di telespettatori, pronti a vedere esibirsi i propri beniamini e scoprire le canzoni in gara che diventeranno i tormentoni della stagione.

Amadeus, direttore artistico dell’edizione 2022, ha deciso di rinnovare il sistema di votazione, con tre giurie autonome per i giornalisti accreditati nelle prime due serate (carta stampata, Radio e Tv, Web) e il debutto della giuria “Demoscopica 1000”, oltre alla conferma del televoto.

Festival di Sanremo, il debutto della nuova giuria demoscopica

La 72esima edizione del Festival di Sanremo prenderà il via martedì 1 febbraio, sarà senza eliminazioni con tutti e 24 i cantanti che arriveranno alla finale di sabato 5 febbraio. Durante le prime due serate è previsto che la giuria dei giornalisti accreditati si divida in tre componenti di voto autonome: una giuria della carta stampata e delle tv, una delle radio e una del web.

Durante la quarta e la quinta serata, invece, la giuria della sala stampa, tv, radio e web voteranno in maniera unica aggiungendosi al televoto e alla nuova giuria “demoscopica 1000“, composta appunto da mille persone selezionate secondo equilibrati criteri di età e di provenienza geografica, che voteranno da remoto con una app dedicata.

Le prime due serate vedranno l’esibizione dei 25 big (divisi a metà) poi votate in maniera disgiunta, dalle tre componenti di voto della giuria della stampa, tv, radio e web. Il peso percentuale sul risultato complessivo della votazione sarà così ripartito: giuria della carta stampata e tv 33%, giuria del web 33%, giuria delle radio 34%. Dopo la votazione verrà stilata una classifica delle 12 canzoni.

La terza serata vedrà la votazione delle 25 canzoni da parte del televoto e della giuria “demoscopica 1000” con un peso complessivo del 50%. La media tra le percentuali complessive di voto ottenute dalle canzoni/artisti nella serata e quelle ottenute nelle serate precedenti determinerà una nuova classifica delle 25 canzoni/artisti in gara.

Nella serata delle cover si potranno votare le esibizioni con un peso percentuale del 34% per il televoto, del 33% per la giuria della sala stampa, tv, radio e web e del 33% per la “demoscopica 1000”. La media tra le percentuali complessive di voto ottenute dagli artisti nella serata e quelle ottenute nelle serate recedenti determinerà una nuova classifica delle 25 canzoni/artisti in gara.

Infine, durante la serata finale, tutte le canzoni saranno votate dal pubblico tramite televoto e la media tra le percentuali di voto ottenute nella serata e quelle ottenute nelle serate precedenti determinerà una nuova classifica degli artisti. Le prime tre canzoni andranno in finale e saranno nuovamente votate con il televoto, la giuria della sala stampa, tv, radio e web e la “demoscopica 1000” con un peso percentuale così ripartito: televoto 34%, giuria della sala stampa, tv, radio e web 33%, ‘demoscopica 1000’ 33%.

Festival di Sanremo, torna la giuria popolare

Le grandi novità del Festival di Sanremo introdotte da Amadeus sono l’istituzione della nuova giuria demoscopica e il ritorno della giuria popolare, il classico televoto, che avrà un peso maggiore rispetto agli anni scorsi. 

Durante la terza serata infatti avrà lo stesso valore della giuria demoscopica, mentre nella serata delle cover e della serata finale il televoto avrà un peso ripartito con le altre giurie.