Afte e Stomatiti: ecco i migliori rimedi naturali

Fastidiose e doloranti, a volte sanguinolente. Si possono combattere anche con rimedi naturali

L’afta, o stomatite, è un’ulcera dolorosa che si manifesta nella bocca ed è fastidiosa, gonfia, rossa, dolorante e a volte sanguinolenta. Le zone maggiormente colpite dalle afte sono le labbra, la lingua e il palato. Per evitarne la formazione è in primo luogo essenziale mantenere un’adeguata igiene orale ed evitare di portare alla bocca oggetti e mani sporche. Di norma le stomatiti si curano con colluttori antisettici e farmaci corticosteroidei. Ma non è detto che sia necessario ricorrere ai medicinali, in quanto esiste un rimedio naturale afte privo di controindicazioni ed effetti collaterali. Inoltre si tratta di rimedi decisamente più economici, fattore che non va affatto sottovalutato.

Per prima cosa bisogna assicurarsi che l’apporto di rame e zinco sia sufficiente, in quanto questi due oligoelementi sono indispensabili per il corretto funzionamento del sistema immunitario. E’ possibile acquistare delle fialette da prendere alternate per almeno tre mesi. Le bustine di thè possono essere messe direttamente sulle afte sfruttando la proprietà antiossidante dei tannini. Anche la vitamina C, contenuta in kiwi, arance, broccoli e peperoni, è importante perché è antiossidante e immunostimolante e, inoltre, favorisce la formazione di collagene velocizzando la cicatrizzazione delle stomatiti.

Molto utili sono gli sciacqui con bicarbonato di sodio, in quanto è una sostanza antibatterica che va a disinfettare la bocca evitando anche che si creino infezioni secondarie. Lo stesso vale per la propoli che, grazie alle proprietà antisettiche può essere messa sulle mucose danneggiate dalle afte. Inoltre, come la vitamina C, favorisce la produzione di collagene e quindi la cicatrizzazione. Il  <b>limone</b> ha numerose proprietà, come ad esempio quella di stimolare le difese immunitarie, grazie anche all’alta concentrazione di vitamina C. Si consiglia di fare degli sciacqui con succo di limone puro, senza diluirlo in acqua per assicurarsi che l’effetto sia maggiormente potente.

La calendula è utile sia per la cura delle afte che per dare sollievo dal bruciore che le caratterizza. Può essere usata come colluttorio (se si acquista la tintura madre) oppure spalmata sulle ferite. Grazie alla ricca presenza di carotenoidi, la calendula favorisce la produzione di fibrine e quindi la formazione di tessuto cicatriziale. La rosa canina, infine, ha potenti proprietà anti-infiammatorie ed è ricca di vitamina C e pertanto è ideale nella cura delle stomatiti. Nelle erboristerie è in vendita l’estratto e bisogna assumerne 30 gocce al giorno fino a completa guarigione.

Afte e Stomatiti: ecco i migliori rimedi naturali