Kate Middleton, George compie 9 anni: va a lavorare e viene bacchettato

George, primogenito di William e Kate Middleton, fa 9 anni ma sua sorella Charlotte continua a sgridarlo. E quest'estate la passa nelle stalle

Kate Middleton e William festeggiano i 9 anni del loro primogenito e futuro Re, George, che è nato infatti il 22 luglio 2013. In questi mesi estivi è stato il vero protagonista della famiglia, anche se suo fratello Louis ha tentato di tutto per metterlo in ombra e soprattutto rubare l’attenzione della mamma. Ma il destino di George è molto più complicato e ha molto più peso rispetto agli altri piccoli di casa Cambridge, sebbene sua sorella Charlotte non gli risparmia bacchettate e sgridate per farlo rientrare nei ranghi.

Kate Middleton, i 9 anni di George

I dettagli della festa di compleanno per George non sono noti. A dir la verità non è nemmeno molto chiaro dove si trovino Kate Middleton, William e figli. È probabile che siano nella loro casa di campagna, Anmer Hall, nel Norfolk, dopo che sono stati avvistati prendere un elicottero dietro Kensington Palace.

E come ogni migliore tradizione, anche quest’anno è stata rispettata quella dell’immagine ufficiale scattata da mamma Kate Middleton. Il Principe George è stato immortalato sorridente, con una maglietta polo azzurra, mentre posa su quella che sembra proprio essere una spiaggia. A corredo dello scatto una semplice frase: “George compie 9 anni”, accompagnata dalle emoji della torta e del palloncino. A quanto pare, secondo quanto riportato da People, il nuovo ritratto sarebbe stato realizzato mentre tutta la famiglia era in vacanza all’inizio del mese di luglio.

Mamma Kate Middleton è la fotografa ufficiale di tutte le foto di compleanno dei tre figli: da George, passando per Charlotte (che ha sette anni), fino al piccolo Louis (4 anni). E ogni anno viene rilasciata  – attraverso i canali social dei duchi – una nuova immagine speciale per la gioia dei sudditi.

Kate Middleton, George lavora in stalla

D’altro canto, si sa che i Duchi amano festeggiare le ricorrenze di famiglia negli ampi giardini della loro residenza di campagna ed è lì che di solito Kate realizza le foto ufficiali dei figli per momenti speciali, come i compleanni appunto. Ed è ad Anmer Hall che George ha iniziato a lavorare dopo la fine della scuola. Infatti, l’estate del Principino non è solo giochi e divertimento, ma è all’insegna anche del dovere e dell’impegno. Il figlio di Kate dà una mano nelle stalle della fattoria, un’attività che lo costringe ad alzarsi presto tutte le mattine. Un ottimo esercizio per sviluppare il senso di responsabilità che gli servirà quando indosserà la Corona.

Dunque, per George i 9 anni segnano uno spartiacque, anche se qualche cambiamento nella sua vita c’è già stato in quest’ultimo periodo. A cominciare dalla sua prima volta a Wimbledon. Infatti, il futuro Re ha accompagnato William e Kate per assistere alla prestigiosa competizione di tennis e si è presentato nella Royal Box in giacca e cravatta come il papà. Qualcuno ha criticato il fatto che un bimbo così piccolo sia costretto a vestire come un adulto, ma in realtà pare proprio che sia lui a voler copiare in tutto e per tutto l’illustre babbo, look compreso, perché è il suo eroe.

Kate Middleton, George bacchettato da Charlotte

Nonostante questi evidenti segnali di maturità, George subisce ancora i rimproveri di sua sorella Charlotte che fin da piccolissima ha mostrato di avere un bel caratterino e il portamento da Principessina. Durante i festeggiamenti per il Giubileo della Regina, i Cambridge insieme a Sua Maestà si sono affaccianti al balcone di Buckingham Palace. Mentre risuonavano le note di God Save the Queen, George si è distratto e ha appoggiato la mano al parapetto. A quel punto è intervenuta Charlotte che ha spostato delicatamente il braccio del fratello e lo ha invitato ad aggiustare la postura.

Vita dura per il non più piccolo George che oltre tutto a settembre cambierà scuola. Infatti, William e Kate si trasferiscono a Windsor per stare più vicini a Elisabetta, manterranno l’appartamento a Kensington Palace solo come appoggio a Londra.