Incubo finito per Valeria Marini: il tribunale l’ha assolta

Per Valeria Marini è finito un incubo. L’attrice è stata assolta all’accusa di appropriazione indebita in merito alla mancata restituzione di gioielli al suo ex segretario Manuel Pirino, per un valore di 170mila euro.

I preziosi, secondo la denuncia sporta dall’ex collaboratore della Marini, sarebbero stati custoditi nella casa della showgirl in piazza di Spagna dove l’uomo abitava nel 2010.

I giudici, nell’assolvere Valeria perché il fatto non sussiste, hanno ritenuto che non ci sia la prova che i gioielli fossero nell’abitazione della signora né la prova che quei beni di valore fossero effettivamente nell’abitazione dell’imputata e che la mancata restituzione fosse da addebitare proprio alla Marini. .

Incubo finito per Valeria Marini: il tribunale l’ha assolta