Progesterone: cos’è e a cosa serve

Il progesterone rappresenta un ormone prodotto dalle ovaie, dalle ghiandole surrenali e dalla placenta.

Il progesterone è un ormone di origine steroideo. La funzione principale di questo ormone è quello di predisporre la mucosa presente nell’utero per favorire l’impianto dell’ovulo precedentemente fecondato dagli spermatozoi. La riduzione improvvisa della sintesi del progesterone al termine del ciclo comporta l’arrivo della mestruazione. Questo ormone comporta l’incremento della densità del muco e ciò favorisce l’arresto della maturazione dell’epitelio dell’utero.

Durante l’età fertile in una donna la sintesi del progesterone viene aiutata dall’ormone LH ossia quello luteinizzante e inoltre si assiste a un incremento della sintesi di AMP-ciclico. La secrezione si manifesta durante la fase luteale del ciclo provocando la trasformazione della fase secretoria dell’endometrio. Durante le varie fasi del ciclo i valori di riferimento del progesterone sono inferiori a 1 ng/L nella fase follicolare, tra valori di 0,70 e 4,20 ng/L nel periodo di ovulazione e tra i 3 e 28 ng/ml nella fase luteale. Infine durante il periodo della menopausa i valori scendono al di sotto di 1 ng/ml. Un buon livello di progesterone rappresenta l’indicatore di un corretto funzionamento del ciclo mestruale.

Il livello di progesterone durante la gravidanza cresce seguendo una curva e favorendo l’accrescimento del feto.

Come si tiene sotto controllo il progesterone? Con un’analisi del sangue.

I medicinali che possono influire sui livelli del progesterone devono essere interrotti almeno 48 ore antecedenti al dosaggio ormonale. In un uomo adulto, in realtà i valori, per essere definiti nella norma devono attenersi a numero inferiori a 100 ng/dl di sangue, mentre nel caso della donna la situazione risulta essere diversa, durante la fase follicolare i valori per essere ottimali devono essere inferiori a 70ng su decilitro di sangue. Mentre si assiste ad un elevato incremento di questi valori durante la fase luteale, dove si raggiungono valori oscillanti dai 200 a massimo 2000 ng/dl di sangue.

A questo punto non vi resta che effettuare un controllo per capire se il vostro organismo funziona in modo corretto e se potete progettare il concepimento di un figlio senza avere nessuna forme di problema a livello ormonale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Progesterone: cos’è e a cosa serve