Zumba: quante calorie si bruciano e come si svolge una lezione

Come funziona una lezione di Zumba, quante varianti esistono e quante calorie si arrivano a bruciare in un’ora

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Zumba: di cosa si tratta?

Le sale piene, i sorrisi sui volti e dei ritmi irresistibili: zumba! Questo nome ha iniziato a circolare in tutti i programmi delle palestre negli anni ‘90 e ancora in tempi recenti attira tanti clienti. Coloro che vogliono dimagrire divertendosi, che amano il ballo e lo stare insieme coloro che provengono da discipline di movimento coreografate si sono innamorati di questa disciplina. Ma quando nasce questo fitness musicale di gruppo che si basa su ritmi afro-caraibici uniti ai movimenti tradizionali dell’aerobica?

Questa disciplina viene creata dal ballerino e coreografo Alberto “Beto” Perez alla fine degli anni novanta in Colombia e nel corso degli anni subisce una vera e propria crescita sia nella tecnica che nelle strategie di insegnamento. Nel 2001, Perez ha collaborato con Alberto Perlman e Alberto Aghion per la pubblicazione di alcuni video fitness venduti per televendita.

Nel 2012, “Insight Venture Partners” e il gruppo “Raine” hanno finanziato e sostenuto questa diffusione. La società si espanse in ben 186 paesi. Zumba ha raggiunto davvero livelli alti di fama, essendo diventato un fenomeno mondiale seguito da più di 14 milioni di persone di ogni età in oltre 150 paesi. Sul mercato sono stati lanciati gli accessori e la linea di abbigliamento Zumbawear™, oltre a tantissimi CD musicali e, nel 2008, di una delle serie di DVD di fitness da eseguire a casa.

Questa disciplina rende felice l’apparato cardiocircolatorio e i polmoni, oltre ai risultato che si vedono poi sulla bilancia, trattandosi di un workout a tutti gli effetti, che fa perdere peso e fa consumare molte calorie.

Negli anni, Zumba ha lanciato alcune specialità che necessitano del supporto di alcuni attrezzi. Tra queste rientrano Zumba® Step, che unisce al divertimento dello Zumba l’azione tonificante dello step aerobico, aumentando il lavoro cardio e quindi la quantità di calorie bruciate, ed integrando passi e movimenti che rafforzano e definiscono le gambe e la parte centrale del corpo; o ancora Zumba® Sentao, che necessita di una sedia per eseguire le coreografie, e Zumba® Toning che ricorre all’impiego degli sticker (ovvero dei pesetti simili alle maracas) consentendo una tonificazione focalizzata su specifici distretti corporei.

I bravi trainer fanno eseguire sia riscaldamento che stretching a inizio e fine allenamento, ma se questo non accadesse, consigliamo sempre di dedicarvi autonomamente a queste pratiche, per prevenire infortuni o andare incontro a dolori cronici. Chi si avvicina a questo tipo di disciplina dovrebbe avere una buona conoscenza del proprio corpo, in quanto le coreografie sono collettive e non tengono conto della struttura singola, di paramorfismi o dismorfismi individuali. In sintesi, entrando in una sala o seguendo una lezione on line, bisogna essere molto consci dei propri limiti e tenere sempre presente il proprio vissuto motorio.

Quante calorie si bruciano?

Iniziamo col dire che tutti i distretti del corpo vengono tonificati, scolpiti e si scarica moltissimo stress o tensioni. Questo aiuta il corpo a stare in equilibrio e ad alleggerirsi anche a livello psicosomatico. Andando sul calcolo delle calorie, vediamo quanto si brucia. Ricordiamo sempre che il consumo delle calorie resta generico, in quanto si tratta sempre di considerare il peso individuale, il livello di allenamento. Detto questo, si può affermare che, in media, in un’ora, si possono bruciare tra le 500 e le 800 calorie. In generale, migliorano i metabolismi energetici e tutti i parametri metabolici (glicemia, pressione arteriosa, colesterolemia). L’appetito, dopo una lezione di zumba, potrebbe salire e occorre mantenere un pochino di autocontrollo per non cedere e giustificarsi dicendo che comunque si sono bruciate calorie. Attraverso il sudore si rimuovono molte tossine.

Il lavoro aerobico aumenta il potenziale respiratorio e i muscoli, oltre a guadagnare tono, aumentano la loro definizione e diventano elastici. Per definire ulteriormente il tono muscolare vengono anche usati dei manubri leggeri chiamati che prendono il nome di Toning Sticks, somigliano a delle maracas e sollecitano ulteriormente i distretti del corpo. Esiste anche la Zumba in acqua, che ha benefici simili all’aquagym e con la resistenza dell’acqua permette di bruciare ulteriormente e perdere peso e tonificare in fretta.

Lezione tipo

Si parte con un bel warm up, un riscaldamento ottimo per avviare la lezione che dura sino ai 10 minuti e di solito si svolge in stazione eretta. Parte poi una bella lezione dove si fondono tantissimi ritmi: Merengue, Salsa, Cumbia e Reggaeton. A volte il trainer sceglie anche dei suoni che rimandano a Bollywood, Dancehall, Afro, Techo, House, Axè, Samba, Hip Hop e molti altri. Il format del programma non prevede mai che si usi un solo ritmo a lezione, la fusione ritmica e di suono rimane condizione fondante di una lezione di Zumba classica.

Il trainer non dovrebbe fermarsi mai a correggere o spiegare con lentezza i passi, in quanto il ritmo cardiaco e la temperatura corporea non possono scendere troppo. I trainer sono tutti riconosciuti e autorizzati “Zumba Fitness, LLC”, e coloro che sono membri ZIN ™ (rete Zumba Instructor Network) ricevono periodicamente musica e DVD di formazione per migliorare costantemente il valore delle lezioni offerte.

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zumba: quante calorie si bruciano e come si svolge una lezione