Dieta, le migliori della settimana dal 18 al 24 ottobre

Saper scegliere con cura cosa portare in tavola è il primo passo per dimagrire e ritrovare il benessere: ecco i consigli degli esperti

Seguire una dieta non significa solamente rinunciare a tutte quelle squisitezze che, inevitabilmente, sembrano far ingrassare. Si tratta piuttosto di adottare un’alimentazione sana ed equilibrata, che permetta di ritrovare il benessere ed eventualmente di dire addio a quei fastidiosi chili di troppo. E, perché no, di godersi ogni tanto qualche piccolo sfizio.

La dieta della fertilità

Troppo spesso si sottovaluta l’effetto che l’alimentazione ha sul nostro benessere, e persino sulla fertilità femminile. Il sovrappeso, la carenza di alcuni importanti nutrienti e l’adozione di regimi dietetici troppo restrittivi possono ridurre le possibilità di una gravidanza (sia spontanea che a seguito di trattamenti di PMA). A fare il punto sulla situazione sono gli esperti della Società Italiana di Riproduzione Umana (SIRU), che hanno evidenziato alcuni principi cardine sui quali dovrebbe poggiare una buona dieta per aumentare la fertilità.

È innanzitutto importante tenere sotto controllo il peso: alcuni studi hanno evidenziato che per una donna con un BMI elevato è sufficiente perdere il 10% del proprio peso corporeo per avere più probabilità di rimanere incinta. Quale dieta è la migliore in questo caso? Gli esperti consigliano quella mediterranea, ricca di sostanze che migliorano la nostra salute senza costringerci ad eccessive rinunce. Tra gli alimenti più adatti per la fertilità ci sono sicuramente frutta e verdura, ottime fonti di fibre, ma anche il pesce e la frutta secca.

Nocciole, un concentrato di salute

A proposito di frutta secca, tra le numerose varietà che conosciamo spiccano le nocciole, che apportano benefici notevoli all’organismo. Nonostante il loro apporto calorico piuttosto importante, non dovremmo rinunciare ad aggiungerne una piccola quantità almeno 3/4 volte a settimana, proprio per le loro proprietà. Sono ad esempio ricche di vitamine del gruppo B, ma anche di vitamina A, C ed E, tutte dalla spiccata azione antiossidante. Inoltre contengono fitosteroli, che secondo diversi studi proteggono la salute cardiovascolare.

Le nocciole sono un’ottima fonte di fibre, sostanze che possono aiutare a dimagrire: nello stomaco formano infatti un gel che rallenta l’assorbimento degli zuccheri nel sangue (tenendo sotto controllo la glicemia) e aumenta il senso di sazietà. Gli acidi grassi sono invece utili per ridurre i livelli di colesterolo, mentre il calcio – di cui questa varietà di frutta secca è particolarmente ricca – fortifica le ossa e contrasta malattie come l’osteoporosi.

L’importanza della prima colazione

La colazione è davvero il pasto più importante della giornata? Sappiamo che serve a darci una sferzata d’energia e a fare il pieno di nutrienti, per arrivare all’ora di pranzo non troppo affamate. Tuttavia, per fretta o per un pizzico di pigrizia ci troviamo spesso a saltarla o a bere un caffè al volo, rinunciando ai tanti benefici che una prima colazione equilibrata possono apportare al nostro organismo.

Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Martina Donegani, biologa nutrizionista, che ci ha spiegato i motivi per cui dovremmo sempre fare un pasto completo anche la mattina. Una sana abitudine ottima per tutte le età, che migliora la concentrazione e l’umore, oltre a ridurre il rischio di sviluppare obesità e diabete.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 18 al 24 ottobre