Topinambur: proprietà, benefici e come si usa in cucina

Grazie alla sua fibra idrosolubile inulina si rivela un ingrediente prezioso nelle diete dimagranti e per i diabetici

Luana Trumino Editor specializzata in Salute&Benessere

Dal sapore simile a quello del carciofo, il topinambur è un tubero che si raccoglie da ottobre a maggio ed è ricavato da una pianta erbacea originaria del Nord America, introdotta in Europa nel Cinquecento. La sua polpa è carnosa e bianca, con un gusto delicato.

Apprezzato soprattutto in Piemonte, non tutti conoscono le preziose azioni di questo vegetale per il nostro intestino e per il controllo della glicemia post prandiale.

Alleato dell’intestino

La più grande virtù del topinambur è racchiusa nella sua buona quantità di fibre idrosolubili, in particolare inulina, capace – quest’ultima – di formare un gel protettivo sui villi dell’intestino tenue. L’inulina svolge inoltre una efficace azione probiotica nel colon, molto utile contro la dispepsia e il meteorismo intestinale, e favorisce la crescita dei Bifidobatteri e Lattobacilli.

Ma c’è di più, perché il topinambur ha anche un leggero effetto lassativo, che contribuisce ad accelerare il transito intestinale nelle persone in cui questo è rallentato, favorendo la pulizia dell’intestino.

Ottimo ingrediente per perdere peso

All’inulina sono riconosciute anche le azioni dimagranti del tubero. Questa fibra è infatti capace di controllare l’assorbimento intestinale di glucosio, contribuendo ad abbassare la glicemia nel sangue e la conseguente presenza di insulina, ormone della fame e dell’accumulo di massa grassa. Allo stesso tempo, viene favorita la comparsa del glucagone, un ormone che, al contrario dell’insulina, permette l’uscita dei grassi dagli adipociti innescando il processo di dimagrimento.

Se stai seguendo una dieta, i migliori topinambur sono quelli allungati, lisci e gialli. Prima di mangiarli e dopo il pasto, però, bevi una buona quantità di acqua: l’unione tra acqua e l’inulina del topinambur, infatti, crea una appagante sensazione di sazietà.

Adatto anche ai diabetici

Per queste sue virtù, possono giovarsi del tubero anche i diabetici che devono controllare la quantità di glucosio assorbito dall’intestino. Il topinambur regolarizza e rallenta l’assorbimento intestinale del glucosio con il risultato che la glicemia non subisce bruschi rialzi dopo il pasto. 

È indicato, inoltre, anche per chi soffre di livelli elevati di colesterolo perché rallenta il suo assorbimento a livello intestinale.

Come si mangia

Prima dell’utilizzo alimentare, va lavato accuratamente sotto acqua corrente e poi sbucciato con un pelapatate, uno spelucchino o un coltello a lama liscia. Come per i carciofi, per impedirne la rapida ossidazione, è raccomandabile immergerlo subito in una soluzione di acqua e limone e può essere mangiato crudo o cotto. 

Crudo, va tagliato a fettine sottili in modo da renderlo più digeribile, e mantiene tutte le sue proprietà nutrizionali. Si può aggiungere alle insalate fresche di stagione o condire con olio, limone e una spolverata di pepe nero per aumentare le sue capacità antiossidanti. Ottimo anche come ingrediente finale di vellutate, passati di verdura o brodi vegetali, ai quali può essere aggiunto grattugiato.

Se si desidera cuocerlo, ridotto a cubetti di 1 cm di lato, necessita di 10 minuti di cottura se bollito o 15-20 minuti se stufato, tenendo presente che più si riduce come volume e consistenza e più è digeribile.

Una ricetta perdi-peso

La crema di topinambur è un piatto ideale della stagione per fare il pieno di inulina e contrastare l’accumulo di peso corporeo. In una pentola, fai scaldare 2 cucchiai d’olio e fai appassire al suo interno 1 cipolla tagliata a fettine sottili. Unisci dei topinambur sbucciati a pezzetti, fai insaporire alcuni minuti, versa mezzo bicchiere di brodo di carne e porta a bollore. Cuoci a fuoco basso, coperto, per mezz’ora. Frulla il tutto fino a ottenere una crema omogenea. Regola di sale, versa in una zuppiera, cospargi di prezzemolo tritato e servi ben caldo.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Topinambur: proprietà, benefici e come si usa in cucina