Menopausa e cellulite: gli integratori per i 40 e 50 anni. I consigli dell’esperta

Intervista alla Naturopata di Salugea, Federica De Santi, che ci spiega quali sono gli integratori più efficaci a 40 e 50 anni e per combattere la cellulite

Soprattutto dopo i 40 anni la prevenzione diventa ancora più importante. Da qui la necessità di reintegrare quelle sostanze che sono fondamentali per il benessere del nostro corpo.

In questo ci vengono in aiuto gli integratori. Ma è bene comprendere prima di assumerli quali benefici apportano e cosa ci serve davvero. Per questo abbiamo chiesto alla Naturopata di Salugea, Dottoressa Federica De Santi di fare chiarezza e di darci alcuni preziosi consigli.

Quali sono gli integratori specifici per le donne a 40 anni?
Quando una donna arriva ai fatidici “anta” la parola prevenzione diventa ancora più importante. In questa fase è importante pensare al presente con un occhio attento al futuro. In particolare in questo periodo gli integratori specifici sono quelli a base di antiossidanti.
Gli antiossidanti sono sostanze di cui il nostro corpo va letteralmente “ghiotto” e sono importantissimi per contrastare i radicali liberi.
I radicali liberi sono elementi di scarto che il nostro organismo produce naturalmente da sé e che possono aumentare in caso di stress, alimentazione sbagliata, fumo, assunzione di farmaci e … con l’età!
Per mantenere la pelle giovane e i tessuti compatti non bastano, quindi, solo le creme da applicare localmente, ma occorre agire dall’interno.
E quando si parla di antiossidanti dobbiamo assolutamente pensare al Re e alla Regina di questo meraviglioso mondo: Il Maqui e le Bacche di Goji.
Il Maqui, che nella linea Salugea è disponibile come integratore liquido, è ritenuto essere il frutto con il livello di antiossidanti più alto al mondo. Un vero elisir di lunga vita che ricarica le cellule e ossigena i tessuti. I suoi effetti si vedono e si sentono! Più energia, vitalità e soprattutto pelle, unghie e capelli forti e sani.
E accanto al Re troviamo la sua Regina, che in questo caso è costituita dalle Bacche di Goji.
Le Bacche di Goji sono chiamate da sempre “il frutto di lunga vita”.
Il loro uso è millenario e da sempre le persone le assumono per il loro contenuto di vitamina A, vitamina C, sali minerali e altre sostanze fondamentali. Oltre a questo sono piacevolmente sazianti. Questo significa che sono perfette per chi sta seguendo una dieta volta a perdere peso e cerca uno snack gustoso e soprattutto amico della linea!

Quali sono gli integratori specifici per le donne a 50 anni?
Il decennio successivo è quello più delicato per le donne. In questa fase è facile che si facciano sentire i primi sintomi della menopausa.
La menopausa è una fase di vita piuttosto lunga, che può durare anche anni e che non è mai netta, né nel suo inizio né nel suo termine. In genere verso i 45-50 anni la donna avverte le prime avvisaglie: il ciclo inizia a saltare e compaiono tutti i fastidi tipici come le vampate di calore, l’irritabilità, l’insonnia e la secchezza intima. Anche la pelle sembra aver messo l’acceleratore andando avanti nel tempo: è più secca e fragile. E anche il corpo si modifica ed è facile che si ritrovi con qualche chilo in più nonostante l’alimentazione sia sempre la stessa.
In questo caso è fondamentale agire con integratori che riescano a favorire un equilibrio ormonale completo.
Pausanorm Forte è un integratore di ultima generazione ideato per contrastare tutti i disturbi della menopausa. La sua formulazione a base di Trifoglio Rosso, Kudzu, Dioscorea, Angelica sinensis e Verbena è molto efficace contro vampate di calore, sudori improvvisi, instabilità d’umore, irritabilità, ansia, insonnia e sbalzi pressori.
Può agire anche su secchezza vaginale, luminosità della pelle e, nel lungo periodo (cioè circa dopo 3 mesi di trattamento) anche sulla libido.
La sua efficacia risiede nel fatto che apporta sia fito-estrogeni sia fito-progestinici (la maggior parte degli integratori in commercio agisce solo su estrogeni, ecco perché tendono a perdere efficacia nel tempo).
Un aspetto in comune tra le donne d 40 e quelle di 50 è l’attenzione alla salute delle ossa. Come dice il proverbio: “prevenire è meglio che curare” per questo è bene pensare alle ossa prima che si verifichino situazioni come osteopenia o osteoporosi.
Ma anche se ci trovassimo di fronte una donna che non ha mai fatto nulla in prevenzione, la natura ci da comunque la possibilità di fare molto.
Dicevo, in entrambe le fasce d’età è importante assumere una giusta quantità di vitamina D.
È importantissimo abbinare la vitamina D3 alla vitamina K2 perché solo in questo modo il calcio viene indirizzato con precisione nelle ossa e nei denti. Se non vi fosse la vitamina K2 si rischierebbe un fenomeno chiamato “ossificazione dei vasi” cioè la deposizione di Calcio in strutture in cui non serve, anzi può essere dannoso, come i vasi sanguigni.
La vitamina D, molto utile per le ossa è un ottimo sostegno anche per le difese immunitarie in quanto le rafforza e le rende più pronte a rispondere all’attacco di virus, batteri…
L’aggiunta di vitamina E e Magnesio è un arricchimento davvero importante. La vitamina E è un potentissimo e antiossidante e il Magnesio è noto per contrastare stanchezza e migliorare l’umore.

Quali sono gli integratori specifici per la cellulite?
Prima di parlare di integratori per la cellulite è bene chiarire due concetti. Il primo è che la cellulite è uno degli inestetismi più democratici che ci sia. Colpisce proprio tutte: alta, basse, magre e meno magre. Il secondo è che molte donne pensano che, siccome si tratta di un inestetismo esterno, anche il trattamento dovrà essere solo esterno.
E qui come si dice: “i nodi vengono al pettine”. La cellulite è la conseguenza di un disturbo interno molto profondo: l’infiammazione del tessuto connettivo.
In poche parole, le cellule adipose, per un serie di motivazioni, si ingrandiscono troppo e provocano, nel tempo, una compressione del tessuto circostante e, in particolare, un’alterazione del microcircolo capillare.
Il microcircolo è quel torrente in cui scorrono sostanze nutritive e sostanze di scarto. Se questo flusso viene ostacolato si generano nel tessuto connettivo due situazioni:
• Carenza di nutrienti
• Accumulo di tossine e acqua nei tessuti.
In tal modo si ha una alterazione anche del funzionamento dei fibroblasti, le cellule del tessuto connettivo che producono collagene, elastina e tutte le sostanze che rendono la pelle sana, compatta e soda.
A questo punto essi non riescono più a ricevere nutrienti ed eliminare scorie e tossine e quindi iniziano a funzionare male, producendo meno collagene e di minore qualità.
Ecco che così si arriva all’infiammazione interna al tessuto connettivo, vista da fuori come cellulite e “buccia d’arancia”!
Mettendo insieme tutti questi punti è facile capire che agire solo all’esterno significa agire solo a metà. Per eliminare davvero la cellulite e tutti gli altri inestetismi come ritenzione idrica e buccia d’arancia bisogna agire prima di tutto dall’interno.
Quindi tra i più specifici integratori per la cellulite troviamo senza alcun dubbio Biosnel Formula Potenziata, un integratore a base di estratti titolati di Ananas, Centella, Gynostemma, Garcinia e Vite Rossa; ciò rende questo prodotto un concentrato di principi attivi in grado di contrastare lo stato infiammatorio connettivale ed il conseguente ristagno di liquidi e di tossine che provocano gonfiori ed edemi.
Agire in questo modo significa eliminare per davvero la cellulite e ridurre i depositi del tessuto adiposo sottocutaneo.

Quali sono gli integratori specifici per chi vuole aiutare la sua pressione arteriosa?
La pressione alta o ipertensione è un tema di pertinenza medica e quindi deve essere trattato solo dal medico.
Se, dopo una visita dallo specialista, ci si è resi conto che la pressione alta è la conseguenza di uno stato emotivo alterato o di troppo stress, i rimedi naturali possono aiutarci sotto questo aspetto.
Una pianta meravigliosa per aiutare il cuore a contrarsi fisiologicamente, specie in caso di agitazioni nervose, è il Biancospino; grazie al suo effetto calmante la pressione sanguigna tende a tornare a normalizzarsi. È una pianta che agisce proprio sul cuore e riesce a calmare il suo ritmo, ad esempio in caso di palpitazioni, tachicardie, cioè quelle accelerazioni “fuori tempo” che ogni tanto ognuno di noi può avvertire, specie sotto stress.
Un altro rimedio che può aiutare nel sostegno al tono dell’umore è la Griffonia grazie al suo contenuto di 5-HTP. Al di là delle sigle questa sostanza naturale è importante perché permette al corpo di normalizzare il livello di serotonina, l’ormone del buonumore.
Oltre a essere l’ormone del sorriso la serotonina è in gradi di contrastare l’ansia e … la fame nervosa! Il Giuggiolo e la Melissa sono famose per agire sul sistema nervoso calmandolo, senza indurre sonnolenza.

Menopausa e cellulite: gli integratori per i 40 e 50 anni. I consigli ...