Lupini, controlli la fame e abbassi la glicemia

Legumi appartenenti alla famiglia delle Fabaceae, i lupini sono un vero e proprio scrigno di benefici per la salute

L’universo dei legumi, alimenti ricchi di nutrienti importantissimi, è estremamente variegato. Tra le numerose alternative che comprende troviamo i lupini, prodotti dalla pianta del Lupinus albus, appartenente alla famiglia botanica delle Fabaceae.

Quando si parla dei benefici dei lupini, noti da tantissimo tempo, si dovrebbero scrivere pagine e pagine. Come evidenziato dagli esperti del gruppo Humanitas, questi legumi sono contraddistinti da un basso indice glicemico, il che li rende adatti agli schemi alimentari di chi soffre di diabete.

In grado di contrastare l’accumulo di glucosio a livello ematico, i lupini sono considerati, in virtù degli steroli vegetali, degli alleati preziosi nella lotta contro il colesterolo cattivo LDL, pericoloso soprattutto quando si ossida.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei motivi per cui i lupini fanno bene alla salute! In questo novero è possibile includere la loro capacità di favorire la sazietà, con ovvi vantaggi per quanto riguarda il controllo del peso corporeo. Da non dimenticare è poi il loro ruolo cruciale quando si tratta di combattere la stitichezza.

Non c’è che dire: i lupini sono davvero un concentrato di benefici speciale! Originari di zone del mondo come il Medio Oriente e l’area mediterranea (in Italia le coltivazioni si trovano soprattutto in Regioni come il Lazio, la Puglia, la Calabria), sono contraddistinti anche dalla presenza di diversi minerali preziosi per la salute. Tra questi troviamo il ferro, ma anche il calcio, importantissimo per la salute deelle ossa e dei denti.

I lupini contengono anche tracce di vitamine del gruppo B – in particolare tiamina, riboflavina e niacina – la cui assunzione aiuta molto a mantenere efficiente il metabolismo. Seminati in autunno e con una maturazione che raggiunge il suo culmine tra giugno e luglio, i lupini andrebbero consumati facendo molta attenzione alle quantità. Esagerare, infatti, espone a un alto rischio di avere a che dare con problematiche intestinali.

Per quanto riguarda le controindicazioni, tra le principali rientrano l’allergia alle arachidi, così come quella ai fagioli e alle lenticchie. Anche se non sono stati, almeno per ora, identificati casi di interazione tra la loro assunzione e l’efficacia di determinati farmaci, prima di iniziare a consumarli assiduamente è opportuno chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lupini, controlli la fame e abbassi la glicemia