Latte di capra: quali vantaggi offre?

Il latte di capra si differenzia notevolmente dal latte vaccino e può presentare delle varietà e dei vantaggi a seconda delle razze utilizzate per la produzione

Le razze più utilizzate per la produzione di latte di capra sono Camosciata delle alpi, la Saanen e l’Alpina. Le differenze e i vantaggi che caratterizzano questo tipo di latte da quello vaccino sono molteplici. La quantità di carboidrati e lattosio è comparabile a quella del latte vaccino, mentre si presentano notevoli variazioni per quanto rguarda la qualità dei grassi e delle proteine. Il sapore del latte di capra pastorizzato è simile a quello del latte di mucca mentre il latte di capra reperibile in commercio è totalmente differente.

Si tratta di un latte sterilizzato (UHT) che assume il noto sapore del latte bollito. A seconda delle razze utilizzate per la produzione, il grasso contenuto nel latte di capra può variare. Generalmente la percentuale di grasso presente nel latte di capra equivale al latte di vacca e si aggira intorno al 4%. I tipici odori intensi che caratterizzano il latte di capra infatti, sono dovuti ai globuli di grasso più piccoli rispetto a quelli del latte di vacca e più vulnerabili al fenomeno lipolisi dove vengono liberati acidi grassi liberi.

I globuli di grasso contenuti nel latte di capra sono privi di vitamina A, favorendo così il tipico colore bianco. Essi permettono inoltre di ottenere una dispersione più conforme ed omogenea del grasso durante la realizzazione dei formaggi. Grazie alla maggior quantità di acidi grassi a catena corta, il latte di capra è più digeribile rispetto al latte bovino. Nel caso in cui si manifestino delle intolleranze relative al latte di vacca, sicuramente la stessa allergia si potrebbe presentare per il latte di capra.

Per cui, sostituire il latte bovino con quello di capra non apporterà alcun beneficio. Le proteine del latte di capra hanno una quantità minore di caseina rendendo difficile la produzione di formaggi a lunga stagionatura. Nonostante ciò, il latte di capra è molto salutare per il proprio organismo. Infatti, se comparato al latte di pecora e vacca, presenta un contenuto minore di colesterolo. Bisogna però fare attenzione ai prodotti commerciali a base di latte di capra che affermano la totale assenza di colesterolo poichè il latte è un alimento di per sè povero di colesterolo, ma non ne è privo. Infatti, analizzando le varie tipologie, le differenze sulla quantità di colestrolo sono davvero minime.

Latte di capra: quali vantaggi offre?