La dieta anti-influenza: dal limone ai cibi che aumentano le difese immunitarie

Ai primi freddi ecco comparire l’insidia dell’influenza. Per questo motivo bisogna rafforzare le difese immunitarie dell’organismo. Per affrontare il diffondersi dell’influenza, occorre agire di più sulla prevenzione, introducendo con la dieta quei minerali e quelle vitamine che aumentano le difese dell’organismo, in particolare la vitamina C, il ferro e lo zinco, sostanze fondamentali per la produzione di anticorpi.
 

Per cominciare, è ideale una dieta a base di agrumi, in particolare di limone che, oltre a essere un buon disintossicante, serve anche a prevenire i malanni di stagione. Bisognerebbe assumerlo ogni giorno, senza esagerare, però, perché essendo molto acido potrebbe intaccare lo smalto dei denti, procurando danni fastidiosi. Si consiglia l’assunzione di mezzo limone al giorno, naturalmente biologico, diluito in un litro e mezzo di acqua.   
 

Bastano infatti piccole quantità di vitamina C (60 milligrammi al giorno) per stimolare le proprie difese immunitarie: questa sostanza ha un’azione antinfiammatoria, aumenta le difese dell’organismo e lo protegge dalle infezioni provocate da virus e batteri.
 

Si consiglia anche l’introduzione di zinco, nutriente importante perché stimola la produzione di anticorpi, e un apporto quotidiano di ferro, importante per le difese immunitarie perché la produzione di anticorpi è legata a una sua adeguata assunzione.
 
Ecco quindi su quali cibi puntare per una corretta prevenzione influenzale:

– Agrumi, frutti di bosco, kiwi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza: ricchi di vitamina C, ferro e zinco, fondamentali per il buon funzionamento delle difese immunitarie
– Aglio e cipolla: oltre a essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche e fluidificanti
– Limone: usato come condimento al posto o in aggiunta all’aceto, facilita l’assorbimento del ferro presente in altri alimenti, che a sua volta potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.
– Curry, paprica e peperoncino: svolgono un’azione vasodilatatrice che favorisce la sudorazione e la conseguente stabilizzazione della temperatura corporea e sono fonti naturali di un importante principio attivo antinfiammatorio, l’acido acetilsalicilico
– Brodo: se sufficientemente caldo, crea vasodilatazione e quindi beneficio per le vie aeree superiori irritate, creando un effetto fluidificante
– Acqua e tisane: vanno bene soprattutto gli infusi di rosa canina, che contiene vitamine, zinco, flavonoidi e tannini, oppure le tisane tiepide dolcificate con miele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La dieta anti-influenza: dal limone ai cibi che aumentano le difese&nb...