Friggitrice ad aria: come funziona, i pro e i contro

La friggitrice ad aria è un piccolo elettrodomestico che consente la cottura leggera e salutare di alimenti fritti e non solo

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è e come funziona

La friggitrice ad aria o air fryer è un piccolo elettrodomestico che consente di cuocere una grande varietà di alimenti senza utilizzare olio. Nelle comuni friggitrici, infatti, i cibi vanno immersi in olio caldo e, grazie alle elevate temperature dell’olio, gli alimenti cuociono rapidamente, formando una crosta croccante esterna e restando morbidi nella parte interna. La friggitrice ad aria invece funziona in modo simile a un piccolo forno ventilato. Nella friggitrice ad aria la funzione dell’olio è sostituita da un flusso di aria calda che consente una cottura uniforme dei cibi, paragonabile alla frittura.

All’interno della friggitrice senza olio, l’aria può raggiungere i 200°C e viene spinta a velocità elevate in tutta la camera di cottura della friggitrice: come nel caso della frittura, i cibi cuociono in pochi minuti rimanendo croccanti e dorati all’esterno e morbidi all’interno. La air fryer però non serve solo per sostituire la normale friggitrice e concedersi un fritto salutare e leggero, ma può essere sfruttata anche per preparare alimenti diversi.

Per quali cibi è adatta

La friggitrice ad aria può essere utilizzata per cuocere tutti i cibi che normalmente vengono consumati fritti e, in generale, gli alimenti che richiedono un calore secco per cuocere. Nelle air fryer possono dunque essere “fritti” i cibi surgelati come patatine, chips di verdure, fritto misto di pesce, nuggets impanati e verdure pastellate. Per gli alimenti impanati o pastellati occorre però però prestare un po’ di attenzione poiché la crosta potrebbe rompersi.

La friggitrice ad aria poi, funzionando come una sorta di piccolo forno ventilato, può essere usata anche per cucinare altri alimenti diversi dai fritti tra cui verdure, torte salate, uova pizza, frittate, carne e pesce arrostiti, con il vantaggio di utilizzare pochissimo olio e ottenere piatti più leggeri e salutari.

Nella friggitrice ad aria è anche possibile preparare torte light e muffin dolci, che risulteranno soffici all’interno e dorati esternamente.

Come si usa

La maggioranza delle friggitrici ad aria devono essere preriscaldate prima dell’uso, così da assicurare una cottura uniforme. Alcuni modelli di air fryer possiedono l’apposita funzione di preriscaldamento ma, in assenza di questa opzione, è possibile semplicemente accendere la macchina pochi minuti prima dell’utilizzo.

Prima di inserire gli alimenti da cuocere, occorre ungere il cestello con un sottile strato di olio così che il cibo non si attacchi. La macchina non deve poi essere caricata in modo eccessivo, altrimenti la cottura non sarà uniforme. Infine, si consiglia di smuovere il cibo durante la cottura per garantire un miglior risultato finale. In alcuni casi, ad esempio per la cottura degli impasti, è bene foderare il cestello della air fryer con un foglio di carta forno.

Vantaggi

Il principale vantaggio della friggitrice ad aria è che grazie a questo metodo di cottura, il “fritto” risulta più salutare e meno calorico rispetto a quello convenzionale.

Parte dell’olio usato durante la frittura dei cibi, resta all’interno degli alimenti, aumentandone le calorie: sebbene anche per utilizzare la friggitrice ad aria occorra un po’ di olio per ungere gli alimenti, grazie a questo metodo di cottura si assumono circa il 70% di grassi in meno rispetto alla frittura tradizionale. Non solo: quando l’olio raggiunge elevate temperature, si possono formare composti dannosi per la nostra salute, cosa che ovviamente non accade attraverso la frittura ad aria.

Inoltre, utilizzando la friggitrice ad aria si risolve il problema dello smaltimento dell’olio esausto. Per friggere, infatti, si utilizzano grandi quantità di olio; l’olio non può né essere riutilizzato per cucinare di nuovo né gettato negli scarichi domestici, ma deve essere conferito presso un’isola ecologica. Con la friggitrice ad aria dunque si produce un rifiuto in meno.

Altri pro della friggitrice ad aria sono la possibilità di utilizzare la macchina anche per la cottura di numerosi alimenti, la velocità di preparazione dei cibi e il fatto che grazie a questo elettrodomestico non si formano cattivi odori in casa durante la cottura dei cibi.

Contro

Tra i contro della friggitrice ad aria troviamo sicuramente l’aspetto economico. Sebbene in commercio esistano modelli economici di friggitrici ad aria, una buona macchina può costare oltre i 200 euro.

Oltre al prezzo di acquisto, occorre poi valutare gli elevati consumi della friggitrice senza olio. Pur trattandosi di un piccolo elettrodomestico, la friggitrice ad aria consuma parecchia energia, da 800 ai 2.000 watt. Va sottolineato che la friggitrice ad aria richiede meno tempo per cuocere gli alimenti, dunque i consumi si riducono per piccole quantità di cibo. Diverso è il discorso se si hanno invitati a cena: nella friggitrice ad aria non si possono inserire quantità elevate di cibo, dunque occorre cuocere grandi porzioni in più tranche, aumentando i consumi.

Un altro svantaggio della friggitrice ad aria è che occupa spazio, aspetto da prendere in considerazione se si ha a disposizione una piccola cucina con poco piano di lavoro.

Infine, la pulizia della friggitrice ad aria, per quanto semplice, deve essere fatta con cura per la corretta manutenzione dell’alimento e questo richiede tempo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Friggitrice ad aria: come funziona, i pro e i contro