Dimenticate il tè verde: arriva il caffè verde!

Alla scoperta del caffè verde: cos'è, quali sono le sue proprietà ed i benefici per la nostra salute, come assumerlo ed eventuali controindicazioni di questo nuovo trend salutistico

Vi siete mai domandati cos’è il caffè verde? L’interesse intorno a questo prodotto è in continuo aumento ultimamente, e piano piano sta scalzando addirittura il suo “cugino” più famoso, il tè verde, in fatto di notorietà. Questo grazie alle sue innumerevoli proprietà salutari ma soprattutto al tanto decantato potere dimagrante. A differenza di ciò che si potrebbe pensare, però, il caffè verde non è una pozione magica a base di ingredienti pressoché introvabili, ma una semplice miscela classica di caffè crudo, non sottoposto al processo di torrefazione. In tal modo i chicchi di caffè mantengono intatto il loro bel colore verde brillante.

La tonalità verde però non è l’unica differenza rispetto al caffè che tutti conosciamo: i semi non torrefatti infatti conservano molte proprietà originarie. La caffeina, anzitutto, è presente in concentrazione minore e non libera, ma legata ad un potente antiossidante, l’acido clorogenico. In questo modo, quando si assume il caffè verde, la caffeina in esso contenuta viene assorbita in maniera più lenta dall’organismo ma al contempo rimane in circolo per un lasso di tempo più lungo. Altra sostanziale differenza è il quantitativo di polifenoli, dei sali minerali e delle vitamine, che nei semi non torrefatti risulta di gran lunga maggiore. Il valore del pH inoltre è più alto, dunque meno acido e meno dannoso per lo stomaco.

L’assunzione giornaliera di caffè verde apporterebbe benefici su più fronti. Le metilxantine in esso contenute hanno un efficace potere lipolitico e liberano i tessuti adiposi dagli acidi grassi, favorendone così il metabolismo. È dunque un buon coadiuvante per il calo ponderale. Non solo, il caffè verde ha un’azione antinfiammatoria ed antiossidante, capace di regolare i livelli di glucosio nel sangue ed è quindi indicato per chi soffre di diabete.

Non vi sono controindicazioni particolari legate al consumo di caffè verde, soprattutto se si osservano le dosi giornaliere raccomandate nelle confezioni, ma è comunque sconsigliato ai bambini e alle donne gravide. Il caffè verde si può trovare nei supermercati o negli alimentari bio sotto forma di bustine solubili, capsule o semi. È meglio attenersi sempre alle indicazioni riportate sulle etichette e verificare non siano presenti degli eccipienti o dei principi attivi mal tollerati o dannosi per il nostro organismo.

Dimenticate il tè verde: arriva il caffè verde!