Dieta blu, dimagrisci e contrasti diabete e malattie del cuore

Nelle cosiddette Zone Blu del mondo, la popolazione è estremamente longeva e ha abitudini alimentari basate sull'assunzione di cibi vegetali e sull'importanza della colazione

La dieta blu è un modo di approcciarsi all’alimentazione che permette di ottenere diversi obiettivi, che vanno dalla perdita di peso alla prevenzione di diabete e malattie cardiovascolari.

Frutto di anni di studi da parte dei ricercatori del Preventive Medicine Research Institute dell’Università di San Francisco, prende come riferimento lo stile di vita degli abitanti delle cosiddette Zone Blu.

Quando si utilizza questa espressione, si inquadrano quelle aree del mondo che si contraddistinguono per la longevità degli abitanti e per il tasso bassissimo di malattie neurodegenerative e di mortalità in giovane età.

Per fare qualche esempio, si può ricordare l’isola di Icaria in Grecia, ma anche la città giapponese di Okinawa, dove vivono alcune delle donne più anziane di tutto il pianeta.

Qual è il segreto di queste popolazioni (ma anche degli abitanti della penisola di Nicoya in Costa Rica, zona contraddistinta da un tasso di mortalità molto basso tra gli individui di mezza età)?

Come già ricordato, le ricerche portate avanti dallo staff del Preventive Medicine Research Institute hanno aiutato tanto a capire qualcosa di più, sottolineando in particolare l’importanza dello stile di vita.

Quest’ultimo, per essere davvero salutare, deve comprendere cibo di qualità (quindi soprattutto alimenti freschi e di origine vegetale), ma non solo.

Secondo i ricercatori di San Francisco, contano molto anche la mancanza di stress e la coesione sociale, per non parlare del movimento (basta anche camminare ogni giorno).

Tutti questi aspetti sono in grado di “disattivare” quei geni che favoriscono l’insorgenza di diabete, patologie cardiovascolari e cancro.

Entrando nello specifico dell’alimentazione, molto utile per capire i fondamenti della dieta blu è il best seller The Blue Zones Solution.

Uscito nel 2015 e accolto con successo in tutto il mondo, è stato scritto da Dan Buettner che, per circa dieci anni, ha collaborato con la National Geographic Society studiando gli abitanti delle Zone Blu.

Tra i fattori comuni individuati analizzando le loro abitudini alimentari è degna di nota l’abitudine di effettuare una colazione abbondante prima di iniziare la giornata lavorativa.

In generale, gli abitanti delle Zone Blu evitano gli spuntini, al massimo mangiano un frutto a metà mattina.

Degno di attenzione è il caso di Okinawa, i cui abitanti tendono spesso a saltare il pranzo e, quando si mettono a tavola, a mixare pesce e verdure.

Un’altra peculiarità della degli abitanti delle Zone Blu è la tendenza a mangiare soprattutto a casa, riservando le uscite alle occasioni davvero speciali (feste comandate, compleanni etc).

Gli esperti consigliano a chi decide di seguire questo approccio di concentrarsi anche sulla condivisione sociale dei pasti, cercando di consumarli assieme al resto della famiglia.

Le ricerche che hanno coinvolto gli abitanti delle Zone Blu mostrano che questa abitudine aiuta molto a prevenire il sovrappeso nei bambini e negli adolescenti.

Da ricordare è anche l’importanza di effettuare, ogni 24 ore circa, un digiuno di otto. Un altro aspetto da non trascurare è l’assunzione di proteine e calcio, abitudine che caratterizza un’altra popolazione tra le più longeve del mondo, ossia quella dell’Ogliastra.

Secondo i ricercatori che hanno approfondito le caratteristiche della dieta blu, per stare bene ogni tanto bisogna concedersi qualche sfizio alimentare, scegliendo per esempio un giorno alla settimana durante il quale consumare con serenità i cibi che si amano.

Questo insieme di abitudini alimentari, che comprende pure la riduzione della carne e il consumo di cibi come mais, zucca e legumi (tutti ricchissimi di principi nutritivi importanti e alla base della dieta degli abitanti della penisola di Nicoya), va iniziato dopo aver consultato il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta blu, dimagrisci e contrasti diabete e malattie del cuore