Dieta ricca di fibre e acqua per sgonfiarsi e aiutare l’intestino

Questo approccio all'alimentazione è molto utile, ma deve essere messo in atto tenendo conto delle esigenze specifiche e delle condizioni di ogni persona

Fare attenzione all’apporto di fibre e acqua nella dieta è molto importante e permette di ottenere risultati quando si punta a sgonfiare la pancia e a migliorare l’efficienza dell’intestino. Fondamentale a tal proposito è agire in maniera personalizzata. Come evidenziato dagli esperti del gruppo Humanitas, per alcune persone, come per esempio per chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile, l’integrazione non ragionata di fibre può rivelarsi addirittura dannosa, con conseguenze come il gonfiore addominale e la dissenteria.

Se si tende a soffrire di diarrea e flatulenza e non si hanno problemi come quello sopra descritto, il consiglio migliore è quello di orientarsi verso le fibre insolubili, come per esempio la cellulosa (tra le sue fonti principali è possibile citare la crusca), ma anche la lignina, che possiamo invece trovare nelle prugne. Una raccomandazione importante in questi frangenti prevede il fatto di eliminare la cuticola dei legumi nei casi in cui si decide di portarli in tavola.

Si potrebbe andare avanti ancora tanto a parlare degli alimenti che si possono includere in una dieta ricca di fibre e acqua! Premettendo ancora una volta il fatto che il regime alimentare migliore è quello personalizzato, ricordiamo che, tra le fonti di fibre, è possibile annoverare le pere, ma anche le fragole, tra i frutti più amati nella bella stagione ed estremamente salutari anche in virtù della presenza di vitamina C, nutriente dalla forte efficacia antiossidante e alleato del sistema immunitario, e di manganese, oligoelemento la cui carenza provoca un generale rallentamento dei processi metabolici, con ripercussioni come l’insorgenza di stanchezza e di dolori articolari.

Proseguendo con l’elenco degli alimenti da non dimenticare nell’ambito di una dieta ricca di acqua e fibre è doveroso citare le lenticchie, ricche di nutrienti preziosi tra cui, appunto, la fibra (in un etto di prodotto ne possiamo trovare oltre 15 grammi). Anche l‘avocado è un’ottima fonte di fibre: integrandolo nella propria dieta, si apprezza anche il vantaggio che deriva dall’apporto di acidi grassi monoinsaturi, antinfiammatori e alleati della salute del cuore.

Tornando un attimo alle fonti di fibre insolubili, degni di nota sono i semi di zucca, preziosi quando si tratta di perdere peso anche in virtù della loro ricchezza in proteine. Concludiamo facendo presente ancora una volta che, prima di iniziare a seguire una dieta contraddistinta dall’aumento dell’assunzione di acqua e fibre, è bene consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta ricca di fibre e acqua per sgonfiarsi e aiutare l’intestin...