Aguglia: che pesce è, proprietà e benefici

L’aguglia è un pesce azzurro dei nostri mari, molto diffuso ed economico, ricco di omega 3 e dalle proprietà nutrizionali interessanti

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Descrizione e caratteristiche

L’aguglia è un pesce azzurro appartenente alla famiglia dei Belonidae e diffuso nel Mar Mediterraneo, nell’Atlantico orientale, nel Mar Nero e in diversi altri luoghi. Il nome scientifico di questo pesce è Belone belone e si tratta di una specie di taglia grande, caratterizzata da un corpo allungato, sottile e dall’aspetto compresso che può raggiungere una lunghezza compresa tra i quaranta e gli ottanta centimetri, superando anche il chilogrammo di peso. La superficie del corpo dell’aguglia è di colore scuro e bluastro sul dorso, argentato lungo i fianchi e giallo sul ventre. L’aguglia ha poi la particolarità di avere una mascella pronunciata simile a una sorta di becco e uno scheletro azzurro-verde.

Questa specie ittica vive in gruppi abbastanza numerosi, perlopiù in mare aperto, avvicinandosi alle coste solo in primavera, durante il periodo riproduttivo e per la deposizione delle uova. Per questo, sebbene possa essere reperibile sul mercato praticamente tutto l’anno, in primavera e in estate si trova più facilmente: in questo periodo è infatti più semplice avvistarla e pescarla, utilizzando lenze da traino o reti a circuizioni gettate dalle imbarcazioni, attirando in superficie gli esemplari grazie a lampade che emettono una luce molto forte, le lampare. Nella piccola pesca l’aguglia viene invece catturata anche dalla costa usando reti da posta.

Anche se l’aguglia non è considerato un pesce a rischio estinzione o attualmente in pericolo, occorre comunque cercare di tutelare il più possibile tutte le specie presenti sul Pianeta. Per questo, poiché l’aguglia si riproduce dalla fine dell’inverno alla primavera, in genere tra febbraio e maggio, chi volesse consumare questo pesce dovrebbe evitare di acquistarlo in questi mesi; meglio aspettare l’estate e l’inizio dell’autunno. Trattandosi di un pesce abbastanza comune, l’aguglia non è costosa; al contrario, si tratta di un pesce economico, considerato povero. Nonostante il basso prezzo, l’aguglia ha interessanti proprietà nutrizionali.

Proprietà

L’aguglia è un pesce abbastanza diffuso ed economico ma non per questo privo di proprietà e benefici. Al contrario, l’aguglia è un pesce azzurro molto apprezzato per le sue caratteristiche nutrizionali. In particolare, questa specie è considerata un’ottima fonte di acidi grassi omega 3, una classe di acidi grassi polinsaturi a lunga catena considerati essenziali. In più, le carni bianche dell’aguglia sono povere di grassi: cento grammi di aguglia fornisce poco più di un centinaio di calorie, date quasi esclusivamente dalla presenza di proteine ad elevato valore biologico.

Mediamente, cento grammi di aguglia contengono circa venti grammi di proteine, due grammi di grassi e un contenuto in carboidrati vicino allo zero. Dei grassi contenuti nell’aguglia, la maggioranza è rappresentata da grassi polinsaturi della serie omega 3 e omega 6; l’aguglia contiene anche 80 milligrammi circa di colesterolo, sempre ogni cento grammi di prodotto. La carne di aguglia fornisce anche buone quantità di sali minerali come calcio, ferro, magnesio, manganese, zinco, fosforo, rame, sodio, selenio e iodio. Nell’aguglia troviamo poi vitamine liposolubili come la vitamina A, la vitamina D e la vitamina E, e vitamine idrosolubili del gruppo B, in particolare vitamina B12, una vitamina importante per il buon funzionamento del sistema nervoso e che possiamo trovare esclusivamente negli alimenti di origine animale.

Benefici

Poiché l’aguglia fornisce proteine di elevato valore biologico, minerali e vitamine, il suo consumo potrebbe contribuire in generale al buon funzionamento e alla salute di tutto l’organismo. In particolare, la vitamina D, insieme a calcio, magnesio e fosforo, risulta importante per la salute delle ossa, mentre le vitamine del gruppo B e lo iodio svolgono un ruolo fondamentale per il metabolismo. La vitamina A, oltre a favorire la visione notturna, svolge un ruolo antiossidante che si somma a quello della vitamina E. Il potassio, invece, è coinvolto in numerose reazioni cellulari e aiuta a mantenere una pressione sanguigna adeguata.

L’aguglia è però particolarmente apprezzata come pesce azzurro fonte di acidi grassi della serie omega 3, grassi polinsaturi dalle proprietà antinfiammatorie con benefici soprattutto sull’apparato cardiovascolare ma in generale anche sulle articolazioni e su tutto l’organismo. Un buon apporto di acidi grassi essenziali è infatti in grado di inibire la sintesi di molecole infiammatorie nel nostro corpo, a vantaggio di molecole antinfiammatorie che “spengono” le infiammazioni a carico di tutti i tessuti.

Come cucinare l’aguglia

L’aguglia si presta a cotture rapide come la cottura alla piastra e alla griglia, metodi in cui è possibile cucinare questo pesce in circa cinque minuti. Alcune ricette prevedono invece di cucinare l’aguglia fritta o in umido. Chi la consuma la apprezza per le carni tenere, saporite ma delicate che ben si abbinano a qualsiasi contorno di verdura accompagnato da pane, riso o altro cereale. L’aguglia può essere consumata da tutti e non presenta particolari controindicazioni: attenzione però alle lische di questo pesce, che possono essere particolarmente fastidiose.