Papaya fermentata, a cosa serve e cosa c’è da sapere

La papaya fermentata è un integratore ottenuto dall’omonimo frutto sottoposto a fermentazione ed essiccazione per amplificarne i valori nutrizionali.

Se la papaya è un frutto tropicale dalle interessanti proprietà, in particolare antiossidanti, la papaya fermentata è un integratore che con una maggiore concentrazione di principi attivi rispetto al frutto.

Papaya fermentata, le proprietà
La papaya fermentata si ottiene facendo fermentare il frutto con dei particolari microbi in grado di concentrare il contenuto di antiossidanti e poi essiccando il tutto per ridurlo in polvere agevolmente, trasformandolo così in un pratico integratore che può essere sciolto in acqua e bevuto. Conosciuta da tempo in Giappone, solo recentemente ha preso piede in Occidente per le sue proprietà anti-aging in grado di contrastare gli effetti dei radicali liberi, lo stress ossidativo e l’invecchiamento cellulare, rafforzando al contempo il sistema immunitario. Oltre a questo aspetto, può rivelarsi utile contro cellulite, rughe, problemi circolatori e cardiovascolari. Contenendo sali minerali, come potassio, magnesio e calcio, è in grado di contribuire a rafforzare le ossa. Per via della presenza di vitamina E, migliora l’aspetto della pelle. Non solo, favorisce la digestione e incentiva l’eliminazione di tossine da parte dell’organismo. In considerazione delle sue proprietà, in particolare del potere antiossidante, il consumo di papaya fermentata può essere di aiuto anche in caso di patologie degenerative, come Parkinson, HIV, cancro, diabete e malattie cardiovascolari. Gli studi scientifici non sono ancora però giunti a un risultato definitivo in merito alla sua efficacia.

Papaya fermentata, le controindicazioni
L’assunzione di papaya fermentata non è indicata a donne incinta o che stanno allattando e a chi è affetto da malattie gastrointestinali per via del fatto che potrebbe provocare gonfiore e nausea. Chi sta assumendo integratori a base di ferro o ha problemi di prostata, è bene che consumi con cautela la papaya fermentata perché agevola l’assorbimento di ferro, che non deve comunque mai essere troppo abbondante nell’organismo. Può incidere inoltre sulla coagulazione del sangue.

Papaya fermentata, a cosa serve e cosa c’è da sapere