Divorzio Blasi-Totti, saltata l’udienza: chi ha chiesto il rinvio e cosa cambia

Non ci sarà alcuna udienza il 14 marzo per il divorzio tra Ilary Blasi e Francesco Totti: ecco perché

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

Continua a essere tortuoso il percorso del divorzio tra Ilary Blasi e Francesco Totti, che non si ritroveranno faccia a faccia in aula come inizialmente previsto.

La prima udienza in tribunale è infatti saltata, dal momento che è stata accolta la richiesta di uno dei due coniugi. Scopriamo quelli che possono essere i risvolti di questa complessa vicenda.

Divorzio Blasi-Totti, udienza saltata

Fissata per il 14 marzo 2023 la prima udienza in tribunale per il divorzio tra Ilary Blasi e Francesco Totti. Appuntamento fissato sul calendario di esperti di gossip, paparazzi e, ovviamente, fan dell’ex coppia più bella d’Italia.

Tutto è saltato a causa della richiesta di uno dei due e, stando a quanto riportato da Il Messaggero, si tratterebbe dell’ex capitano della Roma. Attraverso i propri legali, infatti, Totti avrebbe chiesto un differimento dell’udienza, ottenendolo.

Non si conoscono le motivazioni che sono state presentate per avere tale permesso che, sottolinea il giornale, potrebbe risultare utile, se non fondamentale, per riuscire a preparare al meglio la propria difesa.

Non si tratta però del primo tentativo di modificare le date del processo di divorzio. La prima a muoversi in questo territorio era stata Ilary Blasi. A differenza dello storico ex, però, non era sua intenzione posticipare l’udienza.

La conduttrice de L’Isola dei Famosi avrebbe infatti preferito anticipare l’avvio della causa, forse proprio a causa degli incombenti impegni lavorativi. In questo caso, però, il giudice si era espresso in maniera negativa.

Ilary Blasi e Francesco Totti: gli accordi da trovare

La strada sembra tutta in salita per Ilary Blasi e Francesco Totti. L’ex coppia non è stata in grado di trovare il minimo accordo sulla separazione, almeno fino a oggi.

I rispettivi legali hanno tentato di evitare di trascinare la vicenda in tribunale, ma è stato impossibile. Stando alle indiscrezioni della stampa, infatti, i disaccordi sarebbero di fatto totali, a partire dalle date ideali per l’udienza, a quanto pare.

Stesso discorso per l’affidamento dei figli, nello specifico del primogenito Cristian e della sorella Chanel, rispettivamente di 17 e 15 anni. Nessun dubbio, invece, per la più piccola di casa, Isabel, destinata a restare al fianco della madre.

La grande novità riguarda però la presunta richiesta di addebito sulla separazione depositata da Pompilia Rossi e Alessandro Simeone, legali della celebre presentatrice. Indiscrezione avanzata da Il Messaggero, che apre le porte su uno scenario davvero clamoroso.

Nel caso in cui tutto ciò dovesse essere riconosciuto dal giudice, si aggraverebbe la posizione di Francesco Totti, indicato come responsabile materiale della fine del matrimonio con Ilary Blasi (ciò potrebbe avere importanti ripercussioni sul patrimonio dello sportivo). Il motivo? Il tradimento con Noemi Bocchi.

C’è da prefigurare, dunque, un’analisi dettagliata degli eventi che hanno portato all’addio, indicando date precise, così da ricostruire la nascita della nuova relazione dell’ex capitano della Roma.

Ben differente sarebbe invece la posizione di Ilary Blasi, il cui amore con Bastian Muller non pare aver giocato alcun ruolo. È possibile, però, che vi sia stato anche un tradimento da parte di lei? Ne è certo Roberto D’Agostino, direttore di Dagospia, che nel 2022 annunciava: “Totti ha gli screenshot dei messaggi erotici di Ilary”.