Addio a Vittorio De Scalzi: l’amore per sua moglie e il dolore per la figlia Alice

Si è spento nella notte il grande cantante Vittorio De Scalzi, fondatore dei New Trolls: a darne l'annuncio sua moglie Mara e i figli

Il mondo della musica piange la scomparsa di Vittorio De Scalzi, grande cantante e polistrumentista che negli anni ’60 aveva fondato il gruppo rock progressivo dei New Trolls. Si è spento all’età di 72 anni: a dare il triste annuncio sono sua moglie Mara e i figli Armanda e Alberto.

Vittorio De Scalzi, la passione per la musica

Nato nel 1949 in una Genova molto vivace dal punto di vista musicale, Vittorio De Scalzi aveva appreso da sua mamma, una talentuosa pianista, i rudimenti di quello che è stato il suo primo strumento. All’età di appena 4 anni, in effetti, sapeva già suonare il pianoforte. E nel tempo si sono aggiunte le sue incredibili competenze a tutto tondo nel mondo della musica, dalla chitarra al flauto, senza contare naturalmente la sua splendida voce. Negli anni ’60, Vittorio aveva fondato i New Trolls: la band si era subito fatta notare nel panorama internazionale, tanto che aveva avuto l’onore di aprire i concerti italiani dei Rolling Stones.

Ben sette Festival di Sanremo si sono man mano aggiunti al brillante curriculum del cantante, ciascuno dei quali lo aveva visto sul celebre palco dell’Ariston in compagnia dei New Trolls. Ma nel contempo Vittorio aveva dato il via ad una carriera da solista, che lo aveva portato a scrivere splendide canzoni per altri grandi artisti come Mina, Ornella Vanoni, Fabrizio De André e Anna Oxa. Autore di brani meravigliosi, De Scalzi aveva continuato a lavorare sino a pochi giorni prima della sua scomparsa, con ancora tanta voglia di conquistare il suo pubblico sul palco.

Vittorio De Scalzi, l’amore per la moglie e i figli

Nella sua vita così movimentata, Vittorio aveva trovato il suo porto sicuro nella famiglia. Sposato da tantissimi anni con Mara, che è sempre rimasta ben lontana dalle luci dei riflettori, aveva avuto tre figli: Alberto, Armanda e Alice. Il primogenito ha seguito le orme del papà, lanciandosi nel mondo della musica e diventando un rapper molto apprezzato. Vittorio, confidandosi ai microfoni di Vieni da me solo qualche anno fa, aveva rivelato: “Mio figlio è bravissimo. Grazie a lui imparo a capire delle cose, altrimenti sarei prevenuto”.

E su Armanda aveva aggiunto: “È una guerriera, anche lei a tempo perso canta e ha una voce bellissima“. Sua figlia Alice, invece, è scomparsa prematuramente nel 2005. Aveva solamente 30 anni, quando è rimasta vittima di una trombosi cerebrale che non le ha lasciato scampo: “È un tasto dolente, i genitori non dovrebbero mai sopravvivere ai figli. Per fortuna avevo gli altri due che mi hanno aiutato a superare un momento difficile. Non è semplice parlare di queste cose, non passano mai e devi imparare a conviverci” – aveva dichiarato Vittorio.

Vittorio De Scalzi, l’addio della famiglia

Il grande musicista aveva di recente affrontato la sua battaglia più complicata, quella contro il Covid. Guarito da appena un mese, era stato colpito da una fibrosi polmonare come terribile conseguenza del virus. Nonostante tutto, Vittorio aveva continuato a cantare, esibendosi fino all’ultimo momento. Purtroppo, negli ultimi giorni le sue condizioni erano drasticamente peggiorate e i medici avevano indotto il coma farmacologico. A dare l’annuncio della sua scomparsa, avvenuta nella mattina del 24 luglio 2022, è stata la famiglia.

“Vittorio De Scalzi ci ha lasciato, ha raggiunto la sua Aldebaran. Grazie a tutti per l’amore che in tutti questi anni gli avete dimostrato. Continuate a cantare a squarciagola ‘quella carezza della sera’… lui vi ascolterà” – si legge nel doloroso messaggio condiviso sul profilo Instagram del cantante. Un addio commosso che ha lasciato scossi tutti i suoi fan.