Palline vaginali o geisha ball: cosa sono, come si usano, a cosa servono

Le geisha ball sono palline da inserire in vagina che servono a tonificare, contrarre e rilassare i muscoli del pavimento pelvico. Vediamo i benefici, come usarle e come sceglierle

Foto di Alfonsa Sabatino

Alfonsa Sabatino

Editor specializzata in Lifestyle e Sessualità

Scrive di lifestyle, benessere, viaggi. Ascolta le storie e dalle storie che ascolta e vive prende spunto. Con la nascita dei figli non ha smesso: è semplicemente diventata più veloce.

Le geisha ball sono sfere di varie dimensioni e tipologie e si inseriscono in vagina, per questo vengono chiamate anche palline vaginali. Sono tanti gli utilizzi e i benefici, dalla tonificazione del pavimento pelvico alla consapevolezza del proprio corpo, per un’amplificazione dell’orgasmo e un aumento del piacere. Proviamo a capire meglio di cosa si tratta, come sceglierle e come usarle.

Cosa sono le geisha ball

Si tratta di sfere di diversi peso e dimensione, che si inseriscono in vagina principalmente per lavorare alla contrazione e al rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico. Le geisha ball o palline vaginali sono uno strumento utile per svolgere i famosi esercizi di Kegel (sono chiamate anche Kegel ball proprio per questo motivo), esercizi utili per la tonificazione del perineo e del pavimento pelvico. Esistono di diversa grandezza proprio per consentire di avanzare negli step, migliorare le performance e raggiungere un maggiore benessere intimo.

Come sceglierle

Per scegliere le geisha ball più adatte a noi sarebbe bene chiedere il consiglio di una professionista, per una valutazione dello stato del nostro pavimento pelvico ed evitare di fare errori che poi potrebbero peggiorare i disagi invece di risolverli. Bisogna scegliere il modello più adatto: per un perineo poco elastico è sufficiente il modello a una sfera, almeno per iniziare; per uno tonico o già allenato che può sostenere un buon peso, si può provare quello a due sfere.

Anche i materiali sono vari: esistono palline in silicone, le più comuni, ma anche in vetro o metallo. Quelle in silicone sono in materiale anallergico (è bene verificare  sulla confezione), sono resistenti all’acqua, leggere e facili da pulire. Inoltre il materiale non è liscio e scivoloso, quindi è più facile da trattenere per lo svolgimento degli esercizi. Quelle in vetro e metallo sono sconsigliate per donne alle prime armi, un po’ per il peso, un po’ per il materiale che le rende scivolose e difficili per la contrazione di muscoli deboli e rilassati.

Benefici

Le palline vaginali servono ad allenare e tonificare i muscoli del pavimento pelvico, il cui benessere porta diversi benefici sulla salute della donna e sulla sessualità.

Intanto gli esercizi che lavorano sul perineo e pavimento pelvico consentono una importante consapevolezza del proprio corpo, e di aree che spesso nel quotidiano trascuriamo. Se i muscoli sono tonici ne gode tutta la postura, si previene l’incontinenza ed è garantita una migliore tenuta in gravidanza, durante il parto e nel post parto. Inoltre, la consapevolezza dell’area pelvica, la percezione dei muscoli e l’esplorazione della zona portano ad un aumento del piacere e ad orgasmi più intensi.

Come inserirle

Per un primo utilizzo consigliamo sempre il supporto di una professionista esperta, così come per la pratica degli esercizi, da fare a corpo libero o con le palline. Improvvisarsi è troppo rischioso, anche se lo si fa per gioco, per scoprirsi o sperimentare. In linea di massima però le geisha ball si inseriscono facilmente: bisogna rilassare il corpo e trovare una posizione comoda. Eventualmente è possibile usare un lubrificante, base acqua, compatibile con il materiale delle palline. Le ball vanno posizionate sopra la parete vaginale, a un paio di cm dall’apertura vaginale, non è necessario spingerle in profondità. Se il modello è a doppia sfera, si inizia con la sfera superiore, poi si passa a quella inferiore, lasciando verso l’esterno il cordino per l’estrazione (tipo assorbente interno, per intenderci).

L’allenamento

Inserendo le sfere, la contrazione dei muscoli del pavimento pelvico è spontanea, perché i muscoli si contraggono per trattenere la pallina, evitando di perderla e lasciarla cadere. Una volta inserite le palline allora è possibile anche solo camminare, fare le cose di tutti i giorni, lasciando che le palline rafforzino i muscoli. In alternativa si possono fare alcuni esercizi, con una contrazione volontaria dei muscoli, ma anche in questo caso sarebbe bene che qualcuno valutasse la resa e l’esecuzione degli esercizi, per esempio monitorando che la contrazione sia dei muscoli giusti e non dei glutei.

In base all’età

Ma quando iniziare con le palline vaginali? Sempre parlando in modo generico, le geisha ball sono consigliate dai trent’anni. Il corpo, crescendo, perde di tonicità e un allenamento di 20/30 minuti con le sfere classiche può essere un buon modo per ritrovare tono. La valutazione chiaramente va fatta anche in base allo sport che viene praticato, quale e con che frequenza.

Pre e post gravidanza sono periodi di grande sollecitazione della zona perineale, specialmente in caso di gravidanze gemellari: il peso del bambino e della pancia sollecitano proprio l’area pelvica, coinvolta in modo intenso anche durante il parto. Esistono esercizi mirati in gravidanza e poi nel post parto (si comincia dopo i primi 40 giorni di puerperio, in cui è bene non fare nulla) per recuperare i muscoli e ripristinare la tenuta di vagina e ano.

La menopausa porta un invecchiamento anche dei muscoli del perineo, specialmente se non allenati. L’ideale è prevenire per abbassare le probabilità di incontinenza delle urine e fecale, il prolasso vaginale o vescicale e un senso di malessere e disagio generale.

Per la sessualità

Con un pavimento pelvico tonico e attivo la sessualità migliora, non ci sono dubbi al riguardo. I muscoli allenati e prestanti portano a una maggiore consapevolezza, sensibilità, capacità di contrazione e quindi il piacere e l’orgasmo saranno più profondi e intensi. Non è necessario usare le palline durante i rapporti, ma può essere comunque stimolante usarle per la masturbazionee nei preliminari in coppia.