Calo del desiderio, perché accade prima nelle donne

Una recente ricerca ha messo in luce le motivazioni del calo del desiderio femminile

Quando si vive una relazione molto lunga, il calo del desiderio è sempre in agguato. Secondo fonti scientifiche, sarebbe proprio la donna ad arrendersi per prima alla pigrizia dei rapporti intimi.

Secondo il British National Surveys of Sexual Attitudes and Lifestyles, che a oggi rappresenta il più grande studio scientifico sulla vita sessuale della coppia, sono le donne, per prime, a perdere interesse nei confronti dell’intimità con il proprio partner.

Lo studio è stato condotto in Gran Bretagna da un team di esperti dell’University College London, cooperando con la London School of Hygiene & Tropical Medicine e con il NatCen Social Research. La ricerca, pubblicata sulla rivista BMJ Open, ha coinvolto 4.839 uomini e 6.669 donne di età compresa tra i 16 e i 74 anni che vivono una relazione di lunga data.

Dallo studio è emerso che le principali motivazioni del calo di desiderio, riguardano principalmente problemi di salute di uno dei partner, la durata della relazione e la convivenza. Quello che è emerso è che sono le donne le prime a perdere interesse nei confronti dell’intimità con il propio partner in una condizione di stabilità della relazione. 
La motivazione è sicuramente da ricercare nell’istinto sessuale e nei fattori biologici anche se quelli sociali influiscono comunque molto anche sul desiderio di intimità.

La ragione principale, che porta una donna a disinteressarsi al sesso di coppia, è dovuta al fatto che, dopo diversi anni di relazione l’universo femminile sembra dedicarsi ad altro e prestare dunque poca importanza all’intimità.

Questo è sicuramente il caso di quando ci sono dei figli e una quotidianità domestica da gestire, occupandosi soprattutto le donne della crescita dei bambini e del mantenimento della casa, queste si sentono sovraccariche di lavoro e non automaticamente reprimono il desiderio. Potremmo riassumere il tutto dicendo che le donne, a fine giornata, non desiderano altro che andare a letto, ma per dormire, senza quindi ricercare l’intimità con il partner.

Un’altra motivazione è data dalla monotonia sessuale di coppia: se una donna infatti non si sente stimolata, tende a perdere interesse. 

Questo accade quando ad esempio la partner femminile non condivide le preferenze sessuali del suo compagno o se comunque l’intimità diventa abitudine, sia di modalità che di orari. Il dialogo è in questo senso il migliore alleato nella coppia, anche per i problemi legati al calo del desiderio.

Per mantenere viva la coppia infatti è opportuno parlare sinceramente e apertamente con il proprio partner anche dei problemi legati all’intimità, solo così è possibile mantenere equilibrata e sana una relazione sotto ogni aspetto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Calo del desiderio, perché accade prima nelle donne