Mangiarsi le unghie: cause, conseguenze e rimedi

Stress, noia, ansia, sono solo alcuni dei motivi che possono portare a mangiarsi le unghie delle mani. Scopri le conseguenze, le cause e i rimedi da adottare in questo caso

Antonella Lobraico Editor specializzata in Salute & Benessere Specializzata nella comunicazione online, ha collaborato con testate giornalistiche, uffici stampa, redazioni tv, case editrici e agenzie web in progetti su Salute&Benessere.

Mangiarsi le unghie è un comportamento piuttosto comune che può riguardare bambini, adolescenti e anche adulti. Spesso infatti capita di iniziare a mangiarsi le unghie delle mani da piccoli, per poi abbandonare l’abitudine con il tempo. In altri casi invece, perdura in età adulta.

E se a volte, si compie questo gesto occasionalmente – magari quando si sta attraversando un periodo di stress o di ansia – altre volte si tratta di un’abitudine radicata. Anche se può sembrare difficile evitare di mangiarsi le mani, in realtà ci sono alcuni rimedi che si possono adottare con buoni risultati. Primo fra tutti quello di individuare la causa scatenante.

Che cos’è

Il termine scientifico per indicare l’atto di mangiarsi le unghie è onicofagia. Dietro a questo disturbo ci possono essere diverse cause, che è bene indagare a fondo in quanto è il primo passo per abbandonare questa abitudine.

In generale, l’onicofagia può interessare indistintamente tutte le dita della mano che possono essere morse più o meno alla stessa altezza. Tuttavia, ignorare del tutto il disturbo, specie quando questo è radicato, può avere conseguenze dal punto di vista estetico e della salute.

Cause

I motivi che portano a mangiarsi le unghie sono diversi e per lo più di natura psicologica. Abbiamo chiesto alla Dottoressa Sara Baldrighi, Psicologa e Psicoterapeuta, quali sono.

«Le cause ricorrenti sono stress, ansia, noia e spesso l’abitudine di mangiarsi le unghie affonda le sue origini nell’infanzia. Ad esempio, in un ambiente familiare disturbato da litigi e incomprensioni, il bambino può sfogare il proprio nervosismo mangiandosi, appunto, le unghie. Può essere quindi un’abitudine nata come reazione allo stress o anche per imitare i genitori o perché farlo procura sollievo. In un certo senso è come se nella mente si venisse a creare un collegamento, per cui questa diventa una risposta automatica. Anche la noia può essere una causa scatenante, pertanto nei momenti di inattività ci si può mangiare le unghie», spiega la dottoressa.

Conseguenze

Mangiarsi le unghie comporta alcune conseguenze. In primo luogo, questa abitudine fa apparire le mani trascurate e poco curate. A seconda poi di quanto vengono morse, le unghie possono essere più o meno danneggiate e dunque:

  • avere una forma irregolare;
  • avere segni di irritazione;
  • essere doloranti e gonfie;
  • essere preda di infezioni.

D’altronde, sotto le unghie si possono annidare germi e batteri con molta facilità. Portandole quindi alla bocca, si rischia di introdurre virus e quant’altro nel proprio organismo con ripercussioni anche sull’apparato gastro-intestinale.

In più, mangiare anche ciò che si trova intorno all’unghia stessa (cuticole, tessuto circostante) può provocare piccole ferite che possono ben presto trasformarsi in una via di accesso privilegiata per i batteri. In aggiunta, l’onicofagia può:

  • far crescere le unghie in modo irregolare per un danneggiamento dei tessuti;
  • rovinare il sorriso. Questa abitudine infatti, a lungo andare può rovinare i denti e in alcuni casi, anche causare problemi alla mascella.

Rimedi

Come suggerito dall’American Academy of Dermatology Association, per evitare di mangiarsi le unghie delle mani si può:

  1. tenere le unghie corte;
  2. fare regolarmente la manicure. Questo potrebbe far desistere dal morderle;
  3. applicare all’occorrenza uno smalto dal sapore amaro;
  4. sostituire il mangiarsi le unghie con altro. Ad esempio, si potrebbe scaricare la tensione impugnando una pallina antistress;
  5. identificare le cause scatenanti;
  6. smettere di mangiare le unghie gradualmente, procedendo per obiettivi.

In generale dunque, mangiarsi le unghie è un’abitudine (non sana) provocata da diversi motivi e che può rovinare la salute e l’aspetto estetico delle unghie. Senza contare le conseguenze che si possono estendere anche ad altre parti del corpo.

Inoltre, è bene indagare a fondo circa le cause che hanno portato a mangiarsi le unghie delle mani e cercare di porre rimedio in modo graduale. In caso di dubbi, il consiglio è di rivolgersi ad uno specialista del settore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mangiarsi le unghie: cause, conseguenze e rimedi