Ansia in aumento, i sintomi da non trascurare

L'ansia è un malessere sempre più diffuso che può portare a conseguenze gravi: scopriamo quali sono i sintomi e come affrontarla

Sono sempre più le persone che soffrono di ansia e che fanno i conti con attacchi di panico. Per questo è importante cogliere i sintomi di questa patologia e imparare a contrastarli.

Secondo un recente sondaggio dell’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap) su oltre 700 persone fra i 19 e i 60 anni, il 79% degli intervistati ha avuto, nel corso dell’ultimo mese, un episodio di ansia e il 91% ha difficoltà a rilassarsi. Si tratta di un problema che spesso viene sottovalutato, ma che può causare conseguenze molto più gravi. Se ignorata a lungo infatti l’ansia può portare a sviluppare veri e propri attacchi di panico.

Quali sono i sintomi dell’ansia e come riconoscerla? Inizialmente si avverte uno stato di apprensione, accompagnato da palpitazioni e iperfocalizzazione della situazione. L’aumento dell’adrenalina infatti accelera il battito cardiaco, amplificando le emozioni e le sensazioni provate, ma soprattutto scatenando un comportamento d’urgenza di allontanamento da quella che viene considerata una minaccia.

Altri sintomi dell’ansia sono un’intensa e persistente preoccupazione, scarsa concentrazione, irritabilità, difficoltà ad addormentarsi, pensieri intrusivi, iper sudorazione, vampate di calore, dolori al petto, brividi, vertigini, agitazione motoria e parestesie.

Una volta individuati i segnali dell’ansia è fondamentale correre ai ripari e in ogni caso rivolgersi sempre al medico. L’ansia infatti può influenzare in modo negativo l’esistenza di chi ne soffre, mettendo a rischio i rapporti interpersonali, ma anche la carriera scolastica o lavorativa. Cosa fare? Per prima cosa è utile imparare a rilassarsi e placare l’ansia quando si presenta utilizzando la respirazione, ma anche la capacità di rimanere ancorati alla realtà e reagire in modo positivo. Un esercizio utile può essere quello di spostare l’attenzione verso qualcosa di diverso da ciò che provoca uno stato di ansia, in modo da alleviare i sintomi del problema. La via migliore per affrontare l’ansia comunque sia rimane la psicoterapia, che si concentra sulle dinamiche che causano il disturbo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ansia in aumento, i sintomi da non trascurare