Un “salvagente” per il Principe Andrea, depresso dopo lo scandalo sessuale

Il Principe Andrea, a pezzi dopo il ciclone dello scandalo sessuale che l'ha travolto, avrebbe ricevuto un "salvagente" dalla Regina Elisabetta

Non si placa l’attenzione sul Principe Andrea, travolto dalle accuse per abusi sessuali da parte di Virginia Giuffre, l’attivista vittima del giro di traffico messo in piedi da Jeffrey Epstein. Il Duca di York sta facendo i conti con le conseguenze dello scandalo sessuale, tanto da essere stato definito “depresso” da fonti vicine alla Famiglia Reale.

È per questo che la Regina Elisabetta avrebbe preso una decisione, lanciandogli un “salvagente” dato il periodo critico che sta attraversando.

Principe Andrea, l’ancora di salvezza offerta dalla Regina

Il Duca di York, secondo quanto emerge dai tabloid inglesi, per risparmiarsi un’umiliante battaglia giudiziaria ha raggiunto un accordo “segreto” (ormai reso pubblico dai media britannici) con Virginia Giuffre, pagando una cifra da capogiro, 12 milioni di sterline.

Di fatto la reputazione del Principe Andrea è sempre più barcollante, e da quanto riportano delle fonti vicine alla Famiglia Reale sarebbe sempre più “depresso”. Come ha riportato il Mirror pare che gli sia stato concesso di mantenere il titolo di vice ammiraglio “per tirarlo su di morale”.

È cosa nota infatti che, dopo lo scandalo sessuale, la Corona sia stata costretta a ritirare tutti i titoli militari, cosa che era stata annunciata da Buckingham Palace con un annuncio ufficiale. Dopo essere stato isolato da tutta la sua famiglia, e dopo aver ricevuto l’ordine di non presenziare a nessun evento pubblico, Andrea adesso manterrebbe soltanto un riconoscimento, il grado di vice ammiraglio, equivalente a un tenente generale dell’esercito, unico titolo onorario delle forze armate.

“È a terra, è a pezzi”, ha rivelato al magazine una fonte che ha servito il paese con lui durante la guerra delle Falkland. “Se vuole vestirsi di tanto in tanto con un’uniforme della marina, lasciateglielo fare“. L’insider avrebbe aggiunto: “In realtà non era una persona cattiva quando l’ho conosciuto. Ha avuto qualche problema con la legge, ma oggi la sua reputazione è a brandelli, la sua vita pubblica è finita. È una fonte di imbarazzo ambulante per la Corona“.

Il Principe Andrea ha prestato servizio attivo nella guerra delle Falkland come pilota di elicotteri ed è stato in Marina per ben 22 anni: il grado di vice ammiraglio gli è stato conferito dalla Regina Elisabetta, come tutti i titoli militari ai membri della Famiglia Reale. La Sovrana, forse per amore del figlio – si dice da sempre che Andrea sia il suo preferito – gli ha così di permesso di rimanere un vice ammiraglio, in modo da consolarlo in questo momento critico della sua vita.

Principe Andrea, cosa ha perso dopo lo scandalo

Dopo la perdita dei titoli e dei privilegi Reali, il Principe Andrea ha dovuto fare i conti con un’altra grande rinuncia, quella della sua dimora a Windsor: il Duca di York infatti dovrebbe abbandonare la casa Reale, situata all’interno della proprietà del Castello di Windsor e dal valore di 30 milioni di sterline.

A tal proposito, il risarcimento potrebbe ammontare a 7 milioni di sterline, cifra che andrebbe a coprire i costi di ristrutturazione affrontati durante la sua permanenza. Secondo l’autrice reale Angela Levin, il Principe Carlo starebbe convincendo il fratello a lasciare la Royal Lodge, perché potrebbe rappresentare un’opportunità per cambiare vita e allontanarsi dai riflettori in questo periodo complicato.