Bicicletta in gravidanza: benefici, rischi e consigli

Si può andare in bicicletta durante la gravidanza? Ecco tutti i benefici, i consigli e i rischi legati a questo sport durante la gestazione

All’inizio della gestazione molte donne, appassionate di sport e non, si chiedono: si può usare la bicicletta durante la gravidanza? La risposta è sì, ovviamente sempre con le dovute cautele ed evitando percorsi accidentati e strade sconnesse che potrebbero rivelarsi pericolose per cadute e sobbalzi. Queste raccomandazioni aumentano soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza, quando il baricentro si sposta in avanti a causa del peso del pancione e la futura mamma rischia di più di perdere l’equilibrio.

I benefici della bicicletta in gravidanza

Seguendo queste semplici indicazioni e precauzioni, la bicicletta in gravidanza può apportare moltissimi benefici. Per prima cosa migliora la tonicità delle gambe, stimolando la circolazione periferica e alleviando i gonfiori agli arti. Pedalare in bicicletta aiuta anche a ossigenare meglio l’organismo, migliorando il passaggio dei nutrienti attraverso la placenta, in particolare se si sceglie di farlo in una zona dove l’aria è pulita.

Non solo: andare in bici aiuta anche a tenere sotto controllo il peso durante la gravidanza, consentendo di prevenire malattie come il diabete gestazionale, ma anche le vene varicose e l’ipertensione. La bici poi non fa bene solamente al corpo, ma anche alla mente. Fare sport infatti aiuta a liberare endorfine e a migliorare l’umore, in questo modo la fatica della gravidanza sembrerà minore e si arriverà al parto senza ansie o stress.

L’alternativa alla bicicletta in gravidanza

Esistono varie alternative alla bicicletta in gravidanza:

  • La cyclette  – se fuori piove o se la donna abita in città, si può scegliere come alternativa la cyclette. I benefici sono molto simili e si può praticare sport mentre si guarda la televisione oppure si ascolta la musica. In più si può impostare un allenamento personalizzato, tenendo sotto controllo intensità, velocità della pedalata e battito cardiaco.
  • La cyclette orizzontale  – Spesso la cyclette orizzontale risulta più comoda per le donne incinta, per via di un sellino maggiormente confortevole e di uno schienale reclinabile. In questo modo ci si può adattare senza difficoltà, trovando una posizione perfetta durante la gravidanza.
  • Lo spinning  – Questa attività aerobica che si pratica usando una bicicletta fissa, in piscina oppure in palestra, è fortemente sconsigliato durante la gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che lo spinning porta un elevato impatto cardiovascolare, provocando un innalzamento notevole della temperatura interna del corpo. Non solo: lo spinning prevede anche un lavoro di resistenza, che può essere molto pericoloso per la donna incinta.
Bicicletta in gravidanza: benefici, rischi e consigli
Bicicletta in gravidanza: benefici, rischi e consigli