Cosa fare se si rompe il cestello della lavatrice

Il cestello della lavatrice si blocca e non gira più durante il lavaggio? Ecco i problemi più comuni e come risolverli

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

La lavatrice è probabilmente l’elettrodomestico più prezioso della casa: ormai non potremmo più farne a meno, abituate ad avere sempre un bucato pulito e perfetto senza alcuno sforzo. Per questo, quando si rompe o ci sono problemi è importante risolverli subito. Uno dei guasti più comuni riguarda il cestello, che talvolta si blocca e non gira più durante il lavaggio. Vediamo cosa fare in questi casi.

Il cestello della lavatrice non gira più: cosa fare

Dal momento che la lavatrice è uno dei più validi aiuti in casa, è importante fare un’attenta manutenzione e tenerla sempre in condizioni perfette (ad esempio pulendo frequentemente il cassetto dei detersivi, che può ostruirsi e creare problemi nel lavaggio). Tuttavia, nonostante tutte le precauzioni possono capitare piccoli inconvenienti che mettano ko l’elettrodomestico, soprattutto se ha già diversi anni di servizio alle sue spalle. Il cestello che si blocca e non gira è uno dei problemi più comuni, e pensare di sostituire la lavatrice per risolverlo è davvero un grande spreco, sia economico che per l’ambiente.

Lo smaltimento di un grande elettrodomestico, in particolare se ancora funzionante, è a tutti gli effetti un problema di sostenibilità. Dunque, il nostro primo impegno dovrebbe consistere nell’evitare di gettare una lavatrice che può ancora fare il suo dovere, se si tratta solamente di un malfunzionamento del cestello che si blocca durante il lavaggio. In molti casi, infatti, questo è un problema che possiamo risolvere in autonomia con una spesa minima. E se anche dovessimo chiedere l’aiuto di un tecnico, il costo sarebbe ugualmente di molto inferiore rispetto all’acquisto di una nuova lavatrice.

Le possibili cause

Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere sul cestello e sui suoi possibili malfunzionamenti. Il cestello è la parte interna della lavatrice, dove sistemiamo i panni da lavare. Grazie alle sue rotazioni, che avvengono continuamente quando l’elettrodomestico è in funzione, l’acqua e il detersivo vanno ad agire a fondo sui tessuti smacchiandoli e igienizzandoli. Se il cestello si rompe, il bucato non può più essere lavato. Può accadere che questo si sganci e quindi si blocchi proprio durante il programma di lavaggio, interrompendo il funzionamento della lavatrice.

In alcuni casi, già nei giorni precedenti la rottura si può notare un rallentamento nei movimenti del cestello. Diverse sono le cause alla base di questo problema: è possibile che si tratti di un danneggiamento o della completa rottura della cinghia, ovvero il meccanismo principale su cui si basa la rotazione del cestello. Questa è senza dubbio la causa più comune – e facilmente risolvibile -, ma ce ne sono altre da tenere in considerazione. Ad esempio, potrebbe trattarsi di un guasto alla puleggia o all’interruttore dell’oblò della lavatrice, o ancora di un guasto al motore. Vediamo come intervenire nei vari casi.

Le soluzioni fai-da-te

Per poter risolvere il problema del cestello che non gira più e si blocca, è importante capire da cosa derivi il guasto. La prima prova da fare consiste nell’aprire l’oblò della lavatrice e provare a girare manualmente il cestello: se quest’ultimo si muove in libertà, senza offrire alcuna resistenza, si tratta sicuramente di un guasto alla cinghia. Come abbiamo visto, questo è il malfunzionamento più comune e, per nostra fortuna, quello più facile da risolvere in autonomia, spendendo poco o nulla (a seconda della gravità della situazione).

Per riportare in funzione la lavatrice, occorre innanzitutto staccarla dalla presa di corrente e allontanarla dal muro, così da avere libero accesso ad ogni sua parte. Bisogna quindi individuare il pannello rimovibile, che solitamente si trova sul retro dell’elettrodomestico (o, in alcuni casi, sulla parte laterale). Aprendolo, avremo una completa visuale dei meccanismi interni della lavatrice. A questo punto non resta che trovare la cinghia e capire quale sia il suo problema. È possibile che si sia semplicemente sganciata dalla puleggia: basta quindi risistemarla al suo posto, facendo ruotare la puleggia proprio come se stessimo aggiustando la catena della bici.

Se invece la cinghia si è spezzata (cosa che accade frequentemente dopo anni di utilizzo), occorre cambiarla. Bisogna acquistare una nuova cinghia e sistemarla nel suo apposito alloggio, un compito molto facile che possiamo fare in autonomia. Una volta rimessa in asse o sostituita la cinghia, dobbiamo richiudere la lavatrice attentamente e, collegandola di nuovo alla corrente, possiamo fare un lavaggio a vuoto per verificare che il cestello sia tornato a funzionare correttamente.

Gli altri problemi del cestello

La cinghia è a posto, ma la lavatrice non funziona ancora. La prima cosa da controllare è la chiusura dell’oblò: se quest’ultimo non si chiude correttamente, il cestello non può iniziare a girare. È possibile che l’interruttore sia rotto o che vi sia un guasto nella maniglia, che possiamo sostituire senza troppe difficoltà. Un altro problema può essere un malfunzionamento del motore (o di parte di esso). In questo caso, provando a girare manualmente il cestello lo troveremo completamente bloccato o in grado di muoversi solo in minima parte.

Una prova che possiamo fare da sole consiste nell’aprire il pannello della lavatrice e verificare che il motore non sia bloccato da qualche oggetto estraneo. Le cause più comuni di problema al motore consistono nell’usura di alcune sue componenti, come i carboncini, il condensatore, la resistenza o il termostato. Chi ha una buona manualità o conoscenze tecniche specifiche, può provare a sostituire il pezzo rovinato o addirittura l’intero motore, nel caso in cui quest’ultimo sia fuso. Ma attenzione: il rischio di peggiorare la situazione è alto.

Quando chiamare il tecnico

Purtroppo, non sempre possiamo riuscire da sole ad aggiustare la lavatrice. Quando è il caso di chiamare il tecnico? Come abbiamo visto, se si tratta solamente della cinghia possiamo rimboccarci le maniche e risparmiare qualche soldino. Ma se non vi sentite sicure di mettere le mani tra i meccanismi della lavatrice, potete sempre affidarvi ad un esperto: non esitate a contattarlo, per evitare di combinare qualche guaio. A maggior ragione, se il problema è nel motore è meglio chiede il supporto di un professionista. Sarà lui ad individuare con esattezza ciò che è necessario fare per riportare a nuovo l’elettrodomestico.

Il costo dell’intervento di un tecnico e l’eventuale prezzo delle componenti da cambiare non supererà mai la spesa che dovremmo sostenere nel caso in cui decidessimo di acquistare direttamente una nuova lavatrice. Conviene quindi farla aggiustare, per avere un bucato perfetto e profumato ancora per molto tempo (e per proteggere l’ambiente da un altro rifiuto pericoloso difficile da smaltire).