Yoga ormonale: cos’è e gli effetti in menopausa

Anche chiamato HYT, lo yoga ormonale ha effetti anti-invecchiamento incredibili per corpo e mente. Scopriamolo insieme

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Cos’è

Il testo sullo Yoga ormonale scritto da Dinah Rodrigues rappresenta il modo migliore per avvicinarsi a questa disciplina che aiuta moltissimo le donne in caso di problemi legati all’ovaio policistico, all’endometriosi o semplicemente per vivere bene il momento del ciclo, la fase della menopausa e molte altre condizioni fisiologiche femminili. Questo yoga ha benefici anche per gli uomini; nel libro infatti sono presenti schede e schemi di esercizi che aiutano la riattivazione del testosterone, andando a facilitare i passaggi ormonali dati dall’andropausa e andando a dare supporto in caso di disfunzioni erettili, perdita di capelli, stanchezza e calo del livello di passione e desiderio.

Questo tipo di yoga (HYT sta per Hormone Yoga Therapy) regola le funzioni tiroidee e si costituisce di una serie di esercizi e posizioni (asanas) che vengono abbinate a specifiche respirazioni. Ne risente positivamente l’intero equilibrio ormonale dal momento che vengono principalmente bilanciati i ritmi circadiani di ormoni essenziali al benessere. Lo Yoga ormonale va a bilanciare la secrezione del cortisolo, ormone che ha un impatto importantissimo nella gestione dello stress (se si vivono situazioni multiple simultaneamente e complesse il picco di cortisolo sale). Avendo il cortisolo il suo picco (acrofase) nel cuore della notte e intorno alle prime ore del mattino (3 o 4 circa di notte).

In Italia la formazione viene condotta da Carla Nataloni e si svolge in 3 livelli, comprende esercizi pratici, teoria e preparazione a vari casi e situazioni, prima di un esame attraverso cui si ottiene la certificazione. Ogni routine comprende 14 posizioni studiate e disegnate in base agli obiettivi. Molti esercizi hanno effetti immediati sulle surrenali, come ad esempio Il gatto seduto, posizione in cui ci si siede con la schiena eretta, si allunga il collo e si flette e inarca ritmicamente la colonna vertebrale. Ci sono anche tante tecniche respiratorie come quella calmante (da seduti e schiena dritta, si inspira contando 1,2,3, e si espira contando 1,2,3,4,5,6 fino a ripetere almeno 5 volte). Il calore e la competenza degli e delle insegnanti sono fondamentali per poter fruire di una buona lezione.

Chi è Dinah Rodrigues

Laureata in filosofia e psicologia all’Università di San Paolo, in Brasile, la Rodrigues ha messo a punto questa splendida disciplina, costruita grazie all’esperienza di insegnamento portata avanti per anni e anni. Oggi la donna ha 92 anni e, vista la sua forma fisica e il suo sorriso sereno che compare sulla locandina del libro e in moltissime sue interviste, lei stessa è la prova vivente dell’efficacia di questo metodo.

Ancora molto attiva, la Rodrigues continua a girare per il mondo e a presentare i concetti fondamentali e le applicazioni pratiche dello Yoga ormonale. Ha aiutato molte donne a ristabilire le condizioni di salute in tanti paesi: Inghilterra, Germania, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca, Portogallo e Italia. La Rodrigues è Integral Member of I.Y.T.A. e Membro Onorario del World Yoga Therapy Council of I.F.Y. – India. Più di 40 anni fa, per curiosità, si iscrisse a una classe di Hatha-Yoga, la sua prima insegnante era Celeste Castilho, pioniera dello yoga in Brasile (le due ora sono molto amiche).

Dinah ha riconosciuto la chiamata all’insegnamento dello Yoga molto presto e ha iniziato a praticare yoga nell’Istituto Narayana Yoga, gestito da Maria Helena de Bastos Freire. Presso l’Istituto la sua insegnante è diventata Noemia Marini e lo è stata per molti anni. A 63 anni ebbe modo di fare una visita dal suo ginecologo Luciano M. Nardoza. Il medico, facendole i complimenti per la sua salute eccellente, diede alla donna lo stimolo per organizzare una serie di esercizi per attivare la produzione di ormoni femminili. Stava nascendo un metodo che avrebbe riscontrato fama mondiale.

Benefici

Prima di tutto, quando gli ormoni stanno bene, si aiutano i muscoli, le ossa e soprattutto il sistema nervoso, con conseguenze positive sul sonno e la sua qualità. Migliore anche la condizione di equilibrio tra massa magra, grassa e muscolare: si tende a mantenere il peso forma o a dimagrire se necessario. Il corpo ritrova la sua via bilanciata. Si riducono le vampate per chi in menopausa e i dolori o crampi addominali e gli sbalzi umorali nelle fasi di ciclo mestruale. Migliorano notevolmente le condizioni di ipertensione. Tutto il corpo si tonifica e anche gli organi interni si mettono a funzionare meglio. Lo Yoga ormonale aiuta in casi di infertilità, secchezza vaginale, acne, policisti ovariche, incontinenza, ipotiroidismo. Ottimi i riscontri anche su clienti che tendono a stati depressivi frequenti o emicranie che hanno origine in stati ansiosi o di cattiva gestione dello stress.

La pelle ha un aspetto lucente e i segni dell’invecchiamento vengono contrastati, sia a livello fisico che mentale. Respirare aiuta a tenere l’energia vitale alta. Questa terapia dolce ha effetti positivi sull’umore e ci rende disponibili agli altri e attenti ai nostri bisogni. Ci si sente meno stanchi e migliorano le relazioni, prima di tutto quella con la nostra anima. Ottimi anche i risultati per quel che riguarda la regolazione dei picchi glicemici e quindi estremamente consigliato anche ai diabetici. Infine tanti sono i benefici anche per chi soffre di problemi cardiovascolari e disturbi ossei (osteoporosi, osteopenia).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Yoga ormonale: cos’è e gli effetti in menopausa