Dieta, le migliori della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre

Scopriamo i suggerimenti degli esperti per perdere peso e restare in forma con la dieta

L’alimentazione ha un ruolo fondamentale per la nostra salute: tutto ciò che mangiamo può avere benefici sull’organismo, ma anche qualche effetto negativo. Per questo motivo dobbiamo imparare a conoscere ciò che portiamo in tavola, così da sfruttare tutte le virtù terapeutiche dei cibi che inseriamo nella nostra dieta.

Ad esempio, le patate sono molto amate da grandi e piccini, così versatili in cucina da rappresentare un vero “salva pasto” per le emergenze – considerando anche il loro elevato potere saziante. Sono particolarmente ricche di antiossidanti come i flavonoidi, che esplicano la loro efficacia soprattutto nel contrastare la formazione dei radicali liberi, uno dei principali fattori di rischio per patologie croniche quali l’obesità e il cancro.

Le patate sono inoltre un’ottima fonte di amido resistente, una sostanza che si comporta come le fibre: essendo per la maggior parte non digeribile, raggiunge intatto l’intestino e qui funge da nutrimento per la flora batterica. Il suo ruolo più importante consiste però nella riduzione dell’assorbimento degli zuccheri, che evita pericolosi picchi glicemici. Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato la sua efficacia nel migliorare la sensibilità all’insulina.

Durante la stagione fredda, tra i frutti più amati ci sono senza dubbio i cachi, soprattutto per il loro sapore dolce. Grazie alla presenza di numerosi antiossidanti, possiedono effetti benefici contro l’infiammazione cronica: le vitamine C ed E e i carotenoidi hanno una spiccata funzione antinfiammatoria, riducendo così il rischio di insorgenza di alcune malattie come l’artrite, il diabete e il cancro.

Tra le sostanze antiossidanti ci sono anche la quercetina e il kaempferolo: stando ad una ricerca condotta su oltre 98.000 persone, l’assunzione di questi flavonoidi è in grado di diminuire del 18% il rischio di mortalità per patologie cardiache. I cachi sono dunque un toccasana per la salute del cuore – d’altronde anche il loro contenuto di fibre aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL.

Che dire delle pere? Anch’esse svolgono un ruolo importante nel proteggere l’apparato cardiovascolare. Sono infatti ricche di antiossidanti, che favoriscono l’elasticità dei vasi sanguigni e aiutano a tenere sotto controllo la pressione, i trigliceridi e il colesterolo. Uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati sull’European Journal of Epidemiology, ha dimostrato come una sola porzione giornaliera diminuisca il rischio di patologie cardiache del 6-7%.

Le pere contengono inoltre buone quantità di fibre, tra cui spicca la pectina. Quest’ultima favorisce la salute della flora batterica intestinale e combatte la stitichezza, aumenta il senso di sazietà e rallenta l’assorbimento degli zuccheri nel sangue. Sono dunque evidenti i suoi effetti positivi per chi vuole dimagrire.

In inverno molti amano assaporare un buon pasto caldo, e che c’è di meglio di un brodo di carne? Ricco di sostanze nutritive fondamentali per la nostra salute, fornisce un importante apporto di sali minerali come il potassio, il fosforo, il magnesio e il calcio – quest’ultimo possiede un ruolo di primo piano nel proteggere l’apparato osteoarticolare e nel contrastare l’insorgenza dell’osteoporosi, malattia legata all’età.

Il brodo di carne è inoltre un toccasana per la digestione: nelle ossa utilizzate per la sua preparazione è presente il collagene, che durante la cottura si trasforma in gelatina e facilita il transito degli alimenti nello stomaco. Uno studio in vitro, i cui risultati sono stati pubblicati su Food Science & Nutrition, ha poi evidenziato la sua capacità di guarire la mucosa intestinale in ratti con problemi di colite.

Si avvicinano le feste, e sappiamo bene che resistere alle tentazioni diventa davvero difficile. Quest’anno possiamo però giocare d’anticipo, facendo una dieta detox di 9 giorni per eliminare le tossine dal corpo e perdere qualche chilo, così da arrivare già pronti al Natale. Il regime alimentare si basa principalmente su cibi vegetali, ricchi di fibre e antiossidanti che aiutano a liberarsi dalle scorie. Naturalmente, bisogna bere molta acqua per ridurre la ritenzione idrica e favorire la diuresi.

Infine, qualche suggerimento scientificamente provato per riuscire a ridurre gli zuccheri nella nostra dieta: queste sostanze sono infatti nocive per la salute e sono una delle principali cause di sovrappeso. Abbiamo raccolto 12 regole d’oro per adottare un’alimentazione più sana, liberandoci finalmente dagli zuccheri aggiunti – che spesso si nascondono nei cibi più insospettabili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre