Dieta, le migliori della settimana dal 27 gennaio al 2 febbraio

Ecco le diete migliori della settimana e i consigli degli esperti, per dimagrire e rimanere in salute

Quando si parla di dieta, viene sempre da pensare ad un rigido regime alimentare fatto di tante privazioni, con l’unico obiettivo di perdere peso rapidamente. Ciò a cui invece dovremmo davvero puntare è uno schema alimentare vario ed equilibrato, che ci permetta sì di rimanere in forma ed eventualmente dimagrire, ma anche di essere in salute.

Di diete ce ne sono tantissime, alcune più severe e restrittive, altre più leggere: ciascuna di queste risponde ad una precisa esigenza, quindi prima di intraprendere un regime alimentare qualsiasi vi consigliamo di consultare il vostro medico per individuare la scelta migliore. Tuttavia, ci sono alcuni consigli degli esperti che ci hanno particolarmente colpito negli scorsi giorni, e che vogliamo riproporvi.

Una delle diete più famose è senza dubbio quella che prevede una ridotta assunzione di grassi. Diversi studi, come quello condotto dalla Norwich Medical School, hanno infatti dimostrato che prediligere le proteine e i carboidrati come fonti caloriche rispetto ai grassi aiuta a dimagrire. La questione è invece controversa in merito ad una delle convinzioni più forti degli ultimi decenni, portata avanti anche dalla comunità scientifica fino a poco tempo fa: non è infatti emerso, dopo anni di studi, un solido legame tra un eccessivo consumo di grassi saturi e un rischio maggiore di malattie cardiache.

Non tutti trovano però benefici seguendo un regime alimentare povero di grassi. Molti medici consigliano una dieta con pochi carboidrati, utile non solo per perdere peso, ma anche per allungare la vita. Una delle evidenze più importanti a riguardo di questa affermazione è quella portata da alcuni ricercatori della Harvard T.H. Chan School of Public Health in uno studio pubblicato sulla Jama Internal Medicine. Dai suoi risultati emerge che una dieta low carb – purché si faccia attenzione a selezionare i carboidrati di maggior qualità – riduce del 27% il rischio di morte prematura.

Se volete seguire un regime alimentare sano ed equilibrato, quali cibi non dovrebbero mai mancare? Si parla sempre molto dell’importanza dei cereali, e tra questi c’è la segale. Essendo un alimento molto ricco di fibre, favorisce la corretta funzione intestinale e aiuta anche a dimagrire, come ha dimostrato uno studio del 2013 condotto dall’Università Svedese di Scienze Agrarie di Uppsala. Attenzione alle controindicazioni, però: la segale non può essere consumata da chi soffre di celiachia.

Anche le noci possono essere ottime alleate per la nostra salute. Lo ha rivelato una ricerca portata avanti da un’equipe della Penn State University: dallo studio sono emersi importanti benefici a favore della pressione arteriosa. Inoltre, le noci sono ricche di potassio e di fibre, utili rispettivamente per il buon funzionamento del cuore e per la prevenzione del diabete di tipo 2.

I medici sono inoltre concordi nel ritenere opportuno inserire almeno due porzioni di pesce a settimana. Lo rivelano gli esperti dell’American Heart Association, che hanno evidenziato i benefici in particolare degli acidi grassi omega-3, contenuti nel pesce azzurro, nel salmone e nella trota. Questi elementi nutritivi aiutano infatti a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e prevengono l’insorgenza delle malattie cardiache.

Il pesce è anche alla base della dieta adatta per chi ha il corpo “a mela”, caratterizzato da un punto vita quasi assente e adipe localizzato in prevalenza nella parte centrale del corpo. Questo regime alimentale, presentatoci dal dottor Fausto Aufiero, medico chirurgo e nutrizionista esperto in bioterapia nutrizionale, prevede piuttosto di limitare cibi quali il latte e i formaggi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 27 gennaio al 2 febbraio