Dieta, le migliori della settimana dal 26 aprile al 2 maggio

Dimagrire in salute è possibile: ecco i consigli degli esperti per una dieta sana ed equilibrata

Le giornate si allungano e mille attività arricchiscono la nostra agenda: mai come in questo periodo abbiamo bisogno di una sferzata d’energia aggiuntiva, e l’alimentazione è fondamentale per il benessere dell’organismo. Conoscere bene i cibi che portiamo in tavola e i loro principi nutritivi ci aiuta a fare scelte consapevoli, per guadagnarne in salute – e, naturalmente, per perdere qualche chilo di troppo quando ce n’è bisogno.

Adottare un giusto regime alimentare è importante in ogni momento della nostra vita, ma è durante la menopausa che il corpo subisce notevoli cambiamenti e necessita quindi di una maggior attenzione. La dieta è un aspetto fondamentale per prenderci cura del nostro organismo in questa fase delicata, perché ci permette di prevenire (o combattere) gli inevitabili effetti ormonali e l’aumento di peso che spesso è correlato alla fine del ciclo mestruale.

Ennio Avolio e Claudio Pecorella, nel loro libro Cyclicity Diet, hanno affrontato il tema regalandoci molti consigli sulla dieta ideale per la menopausa. Per tenere sotto controllo il peso è previsto un giorno di restrizione calorica a settimana, mentre nel resto del tempo è importante fare il pieno di quei nutrienti che fanno un gran bene al nostro organismo: il calcio e la vitamina D rafforzano le ossa, prevenendo l’osteoporosi, mentre i folati riducono i livelli di omocisteina, un ormone che rappresenta un fattore di rischio per diverse patologie cardiache.

Due categorie di alimenti fondamentali per una dieta corretta, sia in menopausa che in ogni altra fase della vita, sono i cereali integrali e i legumi. Sono entrambi carboidrati complessi, ricchi di principi nutritivi benefici per la nostra salute quali fibre, amidi, vitamine e sali minerali, ma anche proteine e grassi insaturi. Contengono inoltre buone quantità di ferro, seppure assorbibile dall’organismo in maniera più difficile – basta tuttavia abbinarne l’assunzione con della vitamina C.

La dott.ssa Giusy Giugno, biologa nutrizionista a Firenze, ci spiega perché è importante consumare cereali integrali e legumi in coppia: insieme forniscono infatti tutti gli amminoacidi di cui abbiamo bisogno, avendo quindi un effetto benefico sulla salute. In particolare, riducono il rischio di malattie cardiovascolari e promuovono il benessere di intestino e cervello. “Per tutti questi motivi, l’accoppiata cereali-legumi dovrebbe essere consumata con più frequenza in sostituzione dei prodotti di origine animale” – allerta dunque la dott.ssa Giugno.

Parliamo infine del tonno, un alimento molto apprezzato da grandi e piccini – che sia fresco o in scatola, è inoltre un cibo versatile che può essere utilizzato in svariate preparazioni. Ricco di nutrienti fondamentali per l’organismo, apporta ottime quantità di proteine ad alto valore biologico, di acidi grassi omega-3 e di vitamine (in particolare quelle del gruppo B, importanti per il corretto sviluppo del sistema nervoso).

Il tonno è anche un’ottima fonte di sali minerali quali lo iodio, il potassio, il ferro e il selenio. Il dott. Corrado Pierantoni, medico specialista in endocrinologia e malattie del ricambio e nutrizionista clinico a Lanciano, ci spiega che il pesce dovrebbe essere inserito nella nostra dieta almeno quattro volte a settimana, due delle quali possiamo dedicarle proprio al tonno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 26 aprile al 2 maggio