Si fa presto a dire zucchero: la differenza tra semplice e raffinato

Tipi di zucchero: alla scoperta dei diversi benefici e svantaggi che riguardano uno degli ingredienti più utilizzati per la preparazione di numerosi cibi, sia dolci che salati

I tipi di zucchero comprendono delle differenze ben precise. Questo ingrediente risulta essere particolarmente pericoloso per la salute, nonostante sia ancora sottovalutato. Del suo utilizzo non si hanno molte informazioni, ma Laurent Adamowicz, fondatore e presidente di Echo – Eradicate Childhood Obesity Foundation, ha voluto portare alla luce alcuni dettagli significativi. Laurent mette in risalto un aspetto molto comune nella società odierna, ovvero che ancora oggi numerose aziende alimentari utilizzano troppo zucchero per la preparazione dei cibi con conseguenti indicazioni sulla salute tipicamente non veritiere.

A tal proposito è fondamentale fare chiarezza sui diversi tipi di zucchero assunti dal proprio organismo giorno dopo giorno. La maggior parte dei cibi preferiti che vengono consumati quotidianamente contiene una moderata quantità di zucchero. Alimenti naturali come verdura, frutti, miele o latticini contengono dunque una significativa percentuale di questo ingrediente. Si tratta dello zucchero di origine naturale, molto importante per la salute del corpo.

Questo zucchero spicca infatti per le sue numerose proprietà benefiche. Se viene integrato quotidianamente all’interno del proprio regime alimentare è in grado di apportare benefici alla memoria e allo stesso tempo migliora l’umore. Non solo, assumendolo con regolarità permette di sentirsi più energici e garantisce numerosi vantaggi per la pelle e per il sangue. Lo zucchero semplice è dunque un vero e proprio toccasana per la salute. Al contrario, quando si parla di zucchero raffinato non si tratta assolutamente di un prodotto di tipo naturale. Basti pensare ad una tipica bevanda frizzante che contiene ben 7 cucchiaini di zucchero.

Ma ciò non basta per comprendere la reale quantità di zucchero raffinato nascosto negli alimenti. Questo ingrediente è tra i tipi di zucchero più utilizzati per i prodotti dolci e trattati, ma anche per quelli salati e spacciati per sani. Basta effettuare un’attenta analisi della confezione del prodotti per denotare l’allarmante quantità di zucchero in essi contenuta, persino in quelli senza glutine. Attenzione dunque agli abbondanti condimenti dei cibi sani, poiché potrebbero contenere zuccheri in eccesso rispetto una semplice bevanda.

Si fa presto a dire zucchero: la differenza tra semplice e raffin...