Miglio perlato: aiuta a controllare il peso e protegge il cuore

Cereale privo di glutine, il miglio perlato possiede importanti benefici per la salute

Il miglio perlato è un cereale molto conosciuto in India e in Africa, poiché cresce senza problemi anche in terreni poco fertili e in luoghi caratterizzati da siccità e alte temperature. Perché dovrebbe far parte anche della nostra dieta? Scopriamo tutti i benefici di questo alimento dal profilo nutrizionale davvero eccellente.

Una tazza di miglio perlato, corrispondente ad una porzione di circa 170 grammi, apporta una media di 200 calorie e, in quanto privo di glutine, è un alimento adatto anche a chi soffre di celiachia. I suoi effetti sul nostro organismo si esplicano a partire dal suo contenuto di fibre, che agiscono a livello intestinale e favoriscono la digestione, oltre ad aumentare il senso di sazietà.

Il miglio perlato è un nostro alleato nella lotta contro il sovrappeso e l’obesità: è un cereale integrale a bassa densità calorica, ovvero appartiene a quella classe di alimenti che, a parità di dose consumata, apporta una minor quantità di calorie.

Come dimostrato da uno studio pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition, l’assunzione di cibi a bassa densità calorica è associata ad un più basso indice di massa corporea e ad una minore circonferenza della vita. Ciò significa che una porzione di miglio perlato riduce il senso di fame, soprattutto tra un pasto e l’altro, e aiuta a dimagrire.

Questo cereale è anche un alimento con basso indice glicemico: è perfetto da introdurre nella dieta delle persone che soffrono di diabete di tipo 2. Il suo consumo, come evidenziato da una recente ricerca pubblicata sull’International Journal of Food Sciences and Nutrition aiuta a prevenire l’insorgenza di picchi glicemici e a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue nelle persone che sono a rischio di sviluppare la malattia.

Il miglio perlato è un’ottima fonte di sali minerali importanti per la nostra salute. Il magnesio svolge un ruolo protettivo nei confronti del cuore, come da evidenze emerse in uno studio pubblicato su Critical Care Clinics. I suoi effetti si esplicano soprattutto nel tenere sotto controllo la pressione e nel ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue. Le vitamine del gruppo B (in particolare la B3 e la B6), il ferro e lo zinco sono invece alleati della salute di capelli, unghie e pelle

Infine, questo cereale presenta un interessante contenuto di polifenoli, sostanze antiossidanti che hanno dimostrato un potere anti-cancerogeno. Una revisione pubblicata sul Critical Reviews in Food Science and Nutrition ha evidenziato come i composti fenolici diminuiscano il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e cancro.

Il miglio perlato non presenta particolari controindicazioni se consumato all’interno di una dieta varia ed equilibrata. Possiede una piccola quantità di antinutrienti, sostanze che inibiscono la corretta assimilazione di importanti elementi nutritivi, tuttavia l’ammollo prima del suo consumo riduce notevolmente la loro presenza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Miglio perlato: aiuta a controllare il peso e protegge il cuore