Frumento toscano, un grano antico che ci fa stare bene e previene i tumori

Uno studio recente ha confermato le numerose proprietà benefiche delle antiche varietà di frumento toscano, ricche di sostanze preziose come fibre e vitamine

Foto di Gaia Masiero

Gaia Masiero

Editor specializzata in Alimentazione & Benessere

Digital Content Specialist, è autrice di articoli su alimentazione e benessere per i quali si avvale del supporto di nutrizionisti e dietisti.

I grani antichi sono un tesoro da coltivare, conoscere e preservare, soprattutto se si tratta di prodotti che valorizzano il nostro territorio, come il frumento toscano. Grazie a una ricerca del team del progetto “Plant-soil interactions” dell’Istituto di Scienze della Vita, sono state evidenziate  le proprietà nutrizionali del frumento toscano antico, dimostrandone la ricchezza di elementi benefici. Lo studio scientifico che è stato condotto presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa si è concentrato sulle vecchie varietà toscane di frumento tenero, annoverate nel repertorio di conservazione della regione. Ecco cosa sono e perchè meritano un posto di favore tra i grani antichi da preservare.

Le origini antiche del frumento toscano

Le origini antiche del frumento toscano risalgono a secoli fa e rappresentano un patrimonio storico e culturale di grande valore. Questo cereale è stato coltivato nella regione della Toscana fin dai tempi degli Etruschi, popolazione che ha lasciato tracce significative nella tradizione agricola della zona. Il frumento toscano, conosciuto anche come “grano duro antico”, si distingue per le sue caratteristiche uniche e la sua resistenza alle condizioni climatiche tipiche della regione. La coltivazione di questo cereale oggi è un’attività ancora molto diffusa in Toscana, grazie alla passione e all’impegno dei contadini locali che si dedicano alla sua produzione. Il frumento toscano viene coltivato utilizzando metodi tradizionali e sostenibili, garantendo la conservazione delle varietà antiche e preservando così l’eredità agricola della regione. La qualità superiore del frumento toscano è apprezzata non solo in ambito culinario, ma anche per le sue proprietà nutrizionali. Questo cereale è ricco di fibre, proteine e sali minerali essenziali, che lo rendono un alimento completo e salutare. Grazie alle sue origini antiche e alla sua coltivazione attenta alla sostenibilità, il frumento toscano rappresenta un vero e proprio tesoro della tradizione agricola italiana.

Il frumento toscano antico oggi

La coltivazione del frumento toscano oggi è un processo che richiede attenzione e cura per preservare la qualità e le caratteristiche uniche di questa antica varietà di grano. Gli agricoltori toscani dedicano tempo ed energia a garantire che il frumento toscano venga coltivato in modo sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Questo significa utilizzare tecniche di coltivazione biologiche e limitare l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici. La Toscana offre un clima favorevole alla coltivazione del frumento, con lunghe estati calde e inverni miti. Queste condizioni permettono al frumento toscano di crescere lentamente, sviluppando così il suo caratteristico sapore e aroma. Gli agricoltori toscani si impegnano anche nella conservazione delle varietà tradizionali di frumento toscano, attraverso la selezione delle migliori piante e la salvaguardia dei semi. Inoltre, sono stati stabiliti programmi di certificazione per garantire che il frumento toscano sia autentico e rispetti gli standard di qualità.

Le caratteristiche uniche del frumento toscano antico

Le caratteristiche uniche del frumento toscano si distinguono per la loro eccellenza e autenticità. Questa varietà di grano è nota per la sua elevata qualità e il suo sapore distintivo. Il frumento toscano è caratterizzato da un colore dorato intenso e una consistenza leggermente ruvida. Queste peculiarità conferiscono al prodotto finale un gusto ricco e nutriente, apprezzato sia dai consumatori che dagli chef. Una delle caratteristiche più interessanti del frumento toscano è la sua resistenza alle malattie e alle condizioni climatiche avverse. Grazie alla sua natura robusta, questa varietà di grano richiede meno trattamenti chimici durante la coltivazione, rendendola una scelta sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Proprietà

Il frumento toscano antico è un cereale che si distingue per le sue proprietà nutrizionali uniche. Ricco di fibre, vitamine e sali minerali, rappresenta una preziosa fonte di energia e sostanze benefiche per l’organismo. Le fibre contenute nel frumento toscano antico favoriscono la regolarità intestinale e contribuiscono al senso di sazietà, rendendolo un alimento ideale per chi segue una dieta equilibrata. Inoltre, questo cereale è caratterizzato da un basso indice glicemico, il che significa che viene digerito lentamente e rilascia gradualmente lo zucchero nel sangue, aiutando a mantenere stabili i livelli di glucosio nel corpo. Le vitamine presenti nel frumento toscano antico includono la vitamina E, che svolge un ruolo importante nella protezione delle cellule dallo stress ossidativo, e alcune vitamine del gruppo B, che sono fondamentali per il corretto funzionamento del sistema nervoso. Inoltre, questo cereale è una fonte naturale di sali minerali come il ferro, il magnesio e il fosforo, che sono essenziali per diverse funzioni corporee.

Benefici

Detox

Grazie alle sue proprietà antiossidanti, questo tipo di frumento può contribuire alla rimozione delle tossine accumulate nel corpo a causa di fattori ambientali, alimentazione scorretta o stress. I composti bioattivi presenti nel frumento toscano antico aiutano a stimolare l’attività del fegato, organo responsabile della detossificazione dell’organismo. Inoltre, il frumento toscano antico è ricco di fibre, che favoriscono la regolarità intestinale e l’eliminazione delle scorie. Questo contribuisce a mantenere un sistema digestivo sano e a prevenire problemi come la stitichezza. La presenza di vitamine del gruppo B, in particolare la niacina, aiuta il corpo a metabolizzare le sostanze tossiche e ad eliminare i radicali liberi che possono danneggiare le cellule. Il frumento toscano antico è anche una fonte di minerali essenziali come il magnesio, che svolge un ruolo importante nella fase di detossificazione del fegato.

Prevenzione dell’anemia

Il frumento toscano antico offre diversi benefici per la prevenzione dell’anemia. Questo tipo di frumento è ricco di nutrienti essenziali, come il ferro, che svolge un ruolo fondamentale nella produzione di emoglobina nel sangue. L’emoglobina è responsabile del trasporto dell’ossigeno dai polmoni a tutte le cellule del corpo. La carenza di ferro è una delle principali cause dell’anemia, una condizione caratterizzata da una riduzione del numero di globuli rossi nel sangue. Consumare frumento toscano antico può aiutare a prevenire questa condizione, fornendo una fonte naturale e salutare di ferro. Inoltre, il frumento toscano antico contiene anche vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro da parte dell’organismo.

Antitumorale

Questo cereale è ricco di sostanze fitochimiche, come i polifenoli e gli antociani, che sono noti per le loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Queste sostanze possono aiutare a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi e dall’infiammazione, riducendo così il rischio di sviluppare tumori. Inoltre, il frumento toscano contiene anche una buona quantità di fibre alimentari, che possono contribuire alla prevenzione del cancro. Le fibre alimentari aiutano a regolare la digestione e favoriscono un transito intestinale regolare, riducendo così il tempo di contatto delle sostanze cancerogene con la mucosa intestinale. Un altro importante beneficio antitumorale del frumento toscano è la presenza di composti fitochimici chiamati lignani. I lignani sono noti per le loro proprietà anti-cancerogene, in particolare nella prevenzione del cancro al seno e al colon. Questi composti possono agire come modulatori ormonali e inibitori dell’enzima aromatasi, che è coinvolto nella produzione di estrogeni. Riducendo i livelli di estrogeni nel corpo, i lignani possono contribuire a ridurre il rischio di sviluppare tumori sensibili agli estrogeni.

Antivirale

Numerosi studi hanno dimostrato che il frumento toscano contiene sostanze naturali che possono aiutare a combattere i virus nel nostro organismo. Queste proprietà antivirali sono dovute alla presenza di composti bioattivi come gli antociani, i polifenoli e le vitamine presenti nel frumento toscano. Questi composti hanno dimostrato di avere un’azione antivirale in vitro, cioè in laboratorio, contro diversi tipi di virus, tra cui l’influenza e il virus dell’herpes. Inoltre, alcuni studi preliminari suggeriscono che il consumo regolare di frumento toscano potrebbe anche contribuire a ridurre la replicazione dei virus all’interno delle cellule del nostro corpo.

Per il sistema immunitario

Grazie alle sue proprietà nutritive e antiossidanti, questo cereale può contribuire a rafforzare le difese del nostro organismo. Il frumento toscano contiene vitamine del gruppo B, che svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento di un sistema immunitario sano. Queste vitamine aiutano a produrre globuli bianchi, che sono responsabili della difesa del nostro corpo contro infezioni e malattie. Inoltre, il frumento toscano è ricco di minerali come il ferro, lo zinco e il rame, che supportano la funzione immunitaria. Questi minerali sono coinvolti nella produzione di enzimi e proteine che combattono i radicali liberi e promuovono la salute delle cellule immunitarie. Inoltre, il frumento toscano contiene anche antiossidanti come i polifenoli, che aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. Questi composti possono svolgere un ruolo importante nel sostenere una risposta immunitaria efficace.

Per il cuore

Il frumento toscano antico è ricco di fibre solubili, che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. La presenza di fibre alimentari favorisce inoltre il senso di sazietà, aiutando a controllare il peso corporeo, un fattore importante per mantenere una buona salute cardiaca. Il frumento toscano contiene anche antiossidanti naturali come i polifenoli, che proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi e riducono l’infiammazione nel corpo. Inoltre, il frumento toscano è una fonte di vitamine del gruppo B, come la niacina e l’acido folico, che sono essenziali per il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare. Queste vitamine aiutano a ridurre l’omocisteina nel sangue, un fattore di rischio per malattie cardiache. Infine, il frumento toscano è privo di grassi saturi e colesterolo, rendendolo una scelta salutare per coloro che vogliono mantenere un cuore sano.

Transito intestinale

Grazie alla sua ricchezza di fibre, questo cereale favorisce la regolarità dell’intestino e previene problemi come la stitichezza. Le fibre insolubili contenute nel frumento toscano aiutano a aumentare il volume delle feci e a stimolare la peristalsi intestinale, facilitando così il passaggio delle feci attraverso il tratto digestivo. Inoltre, le fibre solubili presenti nel frumento toscano svolgono un ruolo importante nella prevenzione dei disturbi intestinali come la sindrome del colon irritabile. Queste fibre agiscono come prebiotici, fornendo nutrimento per i batteri benefici presenti nell’intestino e promuovendo una flora intestinale sana. Inoltre, il frumento toscano è anche una fonte di vitamine del gruppo B, che contribuiscono al normale funzionamento del sistema digestivo.

I grani antichi

La storia millenaria dei grani antichi affonda le sue radici nell’antichità, risalendo a migliaia di anni fa. Questi grani sono stati coltivati e utilizzati come alimento fondamentale nelle civiltà antiche, come gli Egizi, i Romani e i Greci. La loro importanza è testimoniata dalle tracce archeologiche che ne attestano la presenza in antichi siti di produzione alimentare. I grani antichi sono caratterizzati da una varietà di forme e colori, che li rendono unici e distintivi. Inoltre, essi vantano anche un alto valore nutrizionale, essendo ricchi di fibre, vitamine e sali minerali. Negli ultimi anni, c’è stato un rinnovato interesse per i grani antichi, grazie alla loro versatilità in cucina e ai benefici che apportano alla salute.

Contengono una maggiore quantità di vitamina B e vitamina E rispetto ai grani moderni. Le fibre presenti nei grani antichi favoriscono la digestione e contribuiscono al senso di sazietà, aiutando a controllare il peso corporeo. Inoltre, i grani antichi hanno un indice glicemico più basso rispetto ai grani raffinati, il che significa che non causano picchi di zucchero nel sangue.

Ma i grani antichi rappresentano anche una scelta sostenibile per l’ambiente. Queste varietà di grano, coltivate da secoli, si sono adattate alle condizioni climatiche locali e richiedono meno interventi chimici rispetto ai grani moderni. La loro coltivazione favorisce la biodiversità agricola, preservando le varietà tradizionali che altrimenti andrebbero perse. Inoltre, i grani antichi richiedono meno acqua e sono più resistenti alle malattie, riducendo così l’utilizzo di pesticidi. La loro coltivazione contribuisce anche a mantenere i suoli fertili, evitando l’erosione e la perdita di nutrienti.

Fonti bibliografiche

  • Nutritional Characteristics of Ancient Tuscan Varieties of Tritium aestivum L., Agronomy
  • Health benefits of ancient grains. Comparison among bread made with ancient, heritage and modern grain flours in human cultured cells, PubMed

  • Do ancient types of wheat have health benefits compared with modern bread wheat?, Science Direct

  • Frumenti teneri toscani, Regione Toscana