Dieta in tre step per perdere peso subito

Partendo dalla riduzione dei carboidrati e degli amidi e facendo all'apporto di proteine, si possono ottenere ottimi risultati in poco tempo

Perdere peso in maniera rapida è il sogno di tantissime persone che hanno bisogno di rimettersi in forma. Per realizzarlo bisogna orientarsi tra numerosi programmi mirati al dimagrimento. Le proposte non mancano di certo! Non tutte sono però efficaci.

Tra gli approcci che possono invece portare effetti concreti rientrano le diete caratterizzate da un basso contenuto di carboidrati. Grazie a questi schemi alimentari è possibile agire su tre fronti: la riduzione del senso di fame, la perdita di peso, l’ottimizzazione della salute metabolica.

Gli effetti della diminuzione dell’apporto di carboidrati e amidi sono stati più volte al centro dell’attenzione scientifica. Tra gli studi che li hanno approfonditi è possibile citare un lavoro di ricerca del 2012, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista Obesity.

Gli esperti che l’hanno portato avanti hanno reclutato un campione di 119 individui sovrappeso, con l’obiettivo di studiare gli effetti delle diete dimagranti su umore, livello di appetito e altri sintomi auto-riferiti (p.e. l’insonnia e i problemi di stomaco). Al follow up, la dieta a basso contenuto di carboidrati si è rivelata più efficace rispetto a quella con pochi grassi per quanto riguarda la diminuzione del senso di fame.

Quando si parla degli schemi alimentari con caratteristiche chetogeniche è necessario rammentare che queste diete provocano un decremento dei livelli di insulina, causando la perdita di sodio e, di riflesso, quella dei liquidi in eccesso.

Lo step successivo alla riduzione dei carboidrati prevede il fatto di dare spazio a proteine, grassi buoni e verdure. Le prime, come dimostrato da diversi studi, favoriscono il dispendio energetico e l’aumento della sazietà.

In uno studio del 2005 pubblicato sulle pagine del The American Journal of Clinical Nutrition, l’aumento dell’apporto di proteine è stato associato, in 19 soggetti, a un consumo di circa 440 calorie in meno al giorno.

Come sopra ricordato, è cruciale anche l’assunzione di verdure, meglio se non amidacee. In questo novero è possibile considerare i pomodori, i cavolfiori, i broccoli, gli spinaci, le bietole e la lattuga. Per quel che concerne invece i grassi sani, tra le principali fonti spiccano l’olio extra vergine di oliva, l’olio di cocco, l’avocado.

Parliamo ora del terzo step, che coinvolge l’attività fisica. Per perdere peso rapidamente è importante associare alla riduzione dei carboidrati un workout specifico, ossia la pesistica. Dedicarsi a questo allenamento tre volte alla settimana – ovviamente con carichi adatti alle proprie capacità fisiche – consente di bruciare calorie e di prevenire il rallentamento del metabolismo, spesso conseguenza della perdita di peso.

Concludiamo facendo presente che, prima di cambiare le proprie abitudini facendo riferimento ais consigli sopra citati, è opportuno consultare il proprio medico curante e seguire tutte le sue indicazioni relative sia alla dieta, sia all’allenamento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta in tre step per perdere peso subito