Vino a dieta: pro e contro

Quando si vuole dimagrire ci sono delle regole da rispettare, il vino a dieta in realtà può essere un importante alleato per la propria salute

Dimagrire non rispecchia soltanto un sogno di bellezza, ma anche di benessere. Per raggiungere questo obiettivo talvolta è necessario fare dei sacrifici. Esistono differenti tipologie di diete e rimedi naturali con lo scopo di contrastare i chili in eccesso e ciò che le accomuna sono le rinunce alle quali bisogna sottoporsi. Generalmente, il vino in quanto bevanda alcolica e calorica, può essere considerato svantaggioso per la dieta, ma in realtà non è esattamente così. I ricercatori infatti, hanno affermato che il vino associato ad una sana alimentazione può apportare dei grossi benefici alla salute.

Innanzitutto, è fondamentale che il vino sia di ottima qualità. Se si decide di seguire una dieta associata ad una corretta attività fisica, introdurre il vino nella propria alimentazione apporterà dei grossi vantaggi al proprio organismo. Infatti, grazie al suo effetto anticoagulante previene le malattie cardiovascolari e regola la pressione arteriosa. Essendo una bevanda alcolica e dunque calorica, se assunta in quantità moderate può garantire un notevole miglioramento per il proprio benessere. Basterà quindi affidarsi al proprio buon senso e consumarlo in maniera moderata.

Uno o due bicchieri di vino rosso al giorno saranno un toccasana per la propria salute. Secondo alcuni nutrizionisti infatti, è sconsigliato togliere il vino dalla propria alimentazione in quanto ricco di antiossidanti e sostanze nutritive in grado di contrastare i radicali liberi e combattere le sostanze nocive per il proprio organismo. D’altronde si tratta di una bevanda di grosso valore, diffusa a livello tradizionale e sociale fin da sempre.

Il vino infatti, ha sempre accompagnato varie ricorrenze soprattutto in ambito sociale come cene tra amici o pranzi di lavoro. Dunque, abolire il vino sarebbe davvero una scelta inadatta in quanto simbolo di salute e benessere. Per assumerlo in modo adeguato basterà seguire alcune semplici accortezze. E’ preferibile non consumarlo a stomaco vuoto, ma accompagnarlo con i pasti e non superare due bicchieri al giorno, considerando il valore energetico relativo alla dieta. Nonostante il vino bianco sia considerato altrettanto salutare e benefico, prediligere un vino rosso di buona qualità e consumarlo preferibilmente a cena.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vino a dieta: pro e contro