Allenarsi d’inverno: qualche consiglio per trovare la forza di uscire al freddo

Allenarsi d'inverno è una vera e propria sfida, soprattutto al mattino, quando la casa è calda ed accogliente e fuori il clima è molto freddo

Allenarsi d’inverno necessita di molta più forza di volontà rispetto alle altre stagioni dell’anno: fuori fa freddo, il cielo spesso è grigio e triste e non favorisce il desiderio di uscire e muoversi. Chi ha tempo di fare attività fisica solo al mattino ha ancora più difficoltà: a nessuno viene voglia di uscire a correre al freddo quando si sveglia sotto il piumone caldo e confortevole. Anche per questo motivo spesso si tende ad accumulare qualche chilo in più durante i mesi invernali, per poi pentirsene amaramente all’arrivo dell’estate e della prova bikini. Per evitare l’accumulo di peso è importante fare attività fisica regolare, anche e soprattutto durante i mesi invernali. Qualche idea geniale è necessaria per attivarsi ogni mattina.

Come prima cosa è importante preparare un buon programma di allenamento. Se si ha in testa l’idea generica di “uscire a correre in settimana” è probabile che ogni mattina ci sarà un problema diverso, che costringerà a rimandare. Un programma rigoroso, suddiviso nei diversi giorni della settimana, prepara mentalmente ad una maggiore attività fisica: si possono scrivere gli appuntamenti anche sul calendario, tipo lunedì 25 minuti di corsa, martedì esercizi per addominali, e così via. In questi casi invitare uno o più amici all’allenamento è un forte incentivo; provate a chiedere ai colleghi di lavoro o agli amici con cui uscite il sabato sera: se al mattino qualcuno ci aspetta fuori casa saremo costretti a raggiungerlo per allenarsi. Inoltre le scuse mentali che dobbiamo inventare per noi stessi sono le più varie, non è così facile renderle credibili per una seconda persona.

Una sveglia carina, o la radio sveglia, sono molto utili: aprire gli occhi con una musica divertente ed allegra migliora tutta la giornata. Se è il freddo che vi ferma, provate ad andare a dormire direttamente con i vestiti per la palestra, così al mattino non dovrete fare altro che prendere la borsa e uscire di casa. Un bollitore con il timer o una caffettiera elettrica programmabile fanno la differenza: alzarsi con il profumo del te o del caffè che aleggia per la casa aiuta molto, soprattutto coloro che tendono a non attivarsi subito, e che devono aspettare almeno 25-30 minuti prima di essere svegli.

Immagini: Depositphotos

Allenarsi d’inverno: qualche consiglio per trovare la forza di u...