Alga spirulina: a cosa serve e quali controindicazioni ha

Già sentito parlare di spirulina? Si tratta di un’alga con proprietà benefiche sorprendenti, usata nella preparazione di integratori alimentari.

L’alga spirulina è un vero toccasana per l’organismo visto il suo contenuto di sali minerali, vitamine, amminoacidi e acidi grassi omega 3; la sua composizione fa sì che sia antiossidante ed energetica. 

Cos’è la spirulina?
La spirulina è un’alga della specie Arthrospira platensis, tipica dei laghi tropicali e subtropicali caratterizzati da acque alcaline e calde, contenenti carbonato e bicarbonato. Se in natura si trova generalmente in Africa, Asia e Centro-Sud America, oggi viene coltivata anche altrove, in particolare in laghi artificiali in Messico, in Cina e recentemente anche in Puglia. Nota già ai tempi degli Aztechi per le proprie virtù benefiche, la FAO nel 2008 l’ha definita “alimento del futuro” per via della sua composizione nutrizionale straordinaria: contiene infatti proteine di qualità ad alto valore biologico vista la presenza degli 8 amminoacidi essenziali, acidi grassi Omega 3 e Omega 6, vitamine A, D, K e del gruppo B, ferro e calcio in alte percentuali, oltre a sodio, magnesio, manganese, iodio e potassio.

A cosa serve la spirulina?
Viste le sua caratteristiche eccezionali, la spirulina ha proprietà antiossidanti, energizzanti, tonificanti, protettive del sistema cardiovascolare, immunitario e nervoso, contrasta i radicali liberi, l’invecchiamento cellulare, la perdita di memoria, contribuisce a regolare il colesterolo nel sangue e favorisce la concentrazione. Particolarmente adatta agli sportivi e a persone con alto fabbisogno nutrizionale (si pensi alle donne in gravidanza, a chi è  debilitato o sotto stress), è utile anche nell’ambito del controllo del peso dal momento che stimola il senso di sazietà e ha un apporto calorico bassissimo.

Come si consuma?
Preziosa fonte di benessere, la spirulina si trova sotto forma di polvere, compresse e capsule, come integratore alimentare. Esistono poi numerosi prodotti (per esempio pane, grissini e pasta) addizionati con spirulina che rappresentano un modo pratico e gustoso per consumarla. Sotto forma di polvere può essere usata per fare dei salutari frullati. In alcuni paesi dove le alghe si usano comunemente in cucina, viene usata per preparare zuppe e brodi. La dose ideale da assumere quotidianamente è compresa tra 1 e 5 grammi.

Controindicazioni e accorgimenti
Alcune alghe possono produrre delle sostanze tossiche, non è il caso della spirulina, ma potrebbe essere stata contaminata dal contatto con altre alghe. Inoltre come le altre alghe, la spirulina assorbe quel che trova nell’acqua e nel terreno dove cresce, quindi anche inquinamento o metalli pesanti, per questo è sempre bene verificare la provenienza e i sistemi di coltivazione. Il consumo di spirulina è sconsigliata a chi ha problemi di tiroide, a chi assume farmaci anticoagulanti, a chi soffre di malattie autoimmuni, a chi è sensibile alla fenilalanina, amminoacido contenuto nella spirulina.

Alga spirulina: a cosa serve e quali controindicazioni ha
Alga spirulina: a cosa serve e quali controindicazioni ha