Olio algale: proprietà, benefici, utilizzi

L'olio algale è ricco di elementi molto positivi per l'organismo umano e tutt'ora è uno dei liquidi più utilizzati nella medicina tradizionale

L’olio algale, oltre a essere particolarmente ricco di alcune vitamine essenziali per l’organismo umano, contiene anche un’alta concentrazione degli Omega 3. Per questo il suo utilizzo è consigliato alle donne in gravidanza, ma viene anche raccomandato dai medici alle persone con un debole sistema immunitario. Oltre a contenere le vitamine e gli Omega 3, l’olio algale ha una piccola concentrazione di sali minerali e grassi essenziali particolarmente consigliati per le persone che potrebbero soffrire di malattie cardiovascolari. Gli acidi come il DHA vengono utilizzati dall’organismo umano per mantenere stabili le funzioni cardiocircolatorie e neurocerebrali.

Inoltre, l’olio algale viene ampiamente consumato anche da tutti coloro che hanno intrapreso una dieta vegana o vegetariana e che non vogliono mangiare il pesce. Difatti, pur non comprendendo comunque tutte le sostanze che può apportare all’organismo umano il pesce, l’olio algale è comunque molto ricco di nutrivi essenziali simili. Il DHA è necessario per mantenere tonificata la pelle, evitare la comparsa di rughe e rallentare i vari processi d’invecchiamento che si svolgono nell’organismo umano.

Come è stato dimostrato dal Journal of American Dietetic Association nel lontano 2008, l’olio algale è bioequivalente all’olio di salmone. Questo significa che la concentrazione di sostanze nutritive nei due cibi è quasi la stessa. Ma non solo. Difatti, l’olio algale agisce sulla pressione sanguigna, stabilizzandone i valori e agendo sul sistema nervoso parasimpatico regola i battiti cardiaci. Le persone che hanno problemi con i trombi dovrebbe consumare più olio algale, poiché questo riduce il rischio di trombosi e ha la facoltà di dividere le molecole di colesterolo. Come se tutto ciò non bastasse, l’olio algale migliora la memoria, stimola gli impulsi nervosi, agisce sulle connessioni neuronali e, per finire in bellezza, riduce le infiammazioni.

Grazie all’azione dell’Omega 3 i sintomi delle varie malattie infiammatorie (come l’artrite e il dolore nelle articolazioni) vengono ridotti. Questo composto chimico è estratto da delle particolari alghe (dette “da allevamento”) e viene usato per arricchire gli alimenti. Come alternativa può essere utilizzato anche come un integratore alimentare. Oltre a essere presente nell’olio algale, l’acido DHA si trova anche nel pesce, nei semi di lino e nel latte materno.

Olio algale: proprietà, benefici, utilizzi