Umberto Tozzi: “Ho avuto un tumore”. La paura che resta quando finisce il male

Il cantautore ha rivelato di essere guarito da un tumore alla vescica ma di non essere ancora riuscito a sanare il trauma che ne è conseguito

È conosciuto in tutto il mondo per le sue canzoni meravigliose, per la sua capacità di interpretare resa unica dalla sua voce incredibile. Ci è sempre sembrato indistruttibile, Umberto Tozzi, un gigante sul palco e un uomo impenetrabile quando si è trattato di parlare della sua vita privata. E, dopo mesi di stop trascorsi a prendersi cura di sé, ha voluto finalmente rompere il silenzio sulla malattia che l’ha colpito.

Umberto Tozzi: “Ho avuto un tumore alla vescica”

“Ho avuto un problema di salute importante. Un tumore alla vescica. E poi, durante la chemio, ho preso il Covid per la terza volta. E mi è venuta una grave infiammazione polmonare”, queste le dichiarazioni dell’artista di Gloria a Corriere della Sera, al quale ha concesso una lunga intervista in cui ha parlato della malattia che ha affrontato con grande coraggio.

Oggi è guarito, ma la ferita inferta da questa diagnosi tanto tremenda quanto inaspettata non si è ancora rimarginata del tutto: “Queste cose qui ti cambiano la vita. La tua e di chi ti sta accanto. Mi sentivo perso, avevo paura di non poter mai più salire su un palco”.

Le cure attente e la vicinanza di sua moglie Monica sono state importantissime nel suo percorso di lotta e guarigione, come lui stesso ha ammesso durante l’intervista: “Mia moglie Monica è stata fondamentale. Non mi sono mai arreso. Prima e dopo l’intervento, durante le terapie, che non sono una passeggiata. Finché non accade a te, il cancro sembra un problema lontano. Poi nella testa si resetta tutto: i valori, le priorità, le cose che contano. E anche quando guarisci, il trauma ti resta dentro”.

Come ha scoperto della malattia

La diagnosi tumore, arrivata in maniera del tutto inaspettata e a seguito di altri accertamenti, è stata come un fulmine a ciel sereno: “Ad aprile il mio cardiologo mi ha prescritto un’ecografia addominale. Doveva essere routine. Invece mi hanno trovato il male. È stato un periodo davvero difficile, adesso per fortuna ne sono fuori, un mese e mezzo fa mi hanno detto che sono guarito e incrociamo le dita”.

Ora che il peggio è passato, per Umberto Tozzi è arrivato il momento di provare a non guardarsi indietro. Di prendere la notizia della guarigione come una seconda possibilità, come aveva raccontato anche il suo collega Fedez, e cercare di superare il trauma – inevitabile – che gli ha condizionato la vita e l’ha cambiato profondamente.

Decisivo è stato l’apporto della sua famiglia, che non l’ha mai lasciato solo nei lunghi mesi che ha dedicato alla sua battaglia e che ha superato nonostante le grandi difficoltà. Adesso, è tempo di tornare su palco, proprio quello che temeva di dover lasciare per sempre. Lo farà riportando tutti i suoi brani più famosi, quelli che l’hanno reso grande e quelli che si porta dentro da sempre: “A dicembre riprendo il tour “Gloria Forever” e non vedo l’ora. Però sono cambiato, noto in me una positività diversa. Apprezzo tutto ciò che ho e che mi circonda, dal momento in cui apro gli occhi, mentre recito le mie preghiere. Un gusto della vita che prima non avevo”.