C’è posta per te e Tali e Quali: Maria trionfa ancora e gioca il jolly Can Yaman

La seconda sfida diretta tra C'è posta per te e Tali e Quali conferma il primato del people show della De Filippi, una corazzata praticamente imbattibile

Entra nel vivo la sfida diretta tra C’è posta per te e Tali e Quali, ma sul podio non si registrano cambiamenti rispetto al debutto di stagione.

Il people show di Canale 5 mantiene infatti il primo posto sul podio, con 5.546.000 telespettatori e il 28.7% di share, mentre la matrice Nip dello show di Carlo Conti si ferma – pur dignitosamente – al 17%, con una chiusura registrata intorno alla mezzanotte, proprio quando Maria De Filippi calava il suo asso nella manica, Can Yaman.

C’è posta per te, un primato imbattibile

Numeri alla mano, il format di Maria De Filippi continua a dominare il sabato sera. Il people show di Canale 5, insomma, è una corazzata praticamente invincibile, che deve gran parte della sua fortuna proprio alla padrona di casa, entrata ormai da decenni nelle simpatie degli spettatori di ogni età.

È infatti questa una delle sue principali caratteristiche, ossia la capacità di coinvolgere nei suoi programmi tutte le generazioni, gli uomini e le donne, senza differenza alcuna. Anzi è proprio questo legame che unisce il pubblico, incollato allo schermo per seguire le sue trasmissioni, uno dei punti di forza di Maria.

Lo dimostra egregiamente la prima storia della seconda puntata di stagione, che ha visto coinvolti due ragazzi orfani, legati da un affetto invidiabile. I due ricordavano quando guardavano i suoi programmi insieme alla mamma, prematuramente scomparsa. Il racconto così intimo, seppur discreto delle vite degli altri, è sicuramente un’altra delle particolarità che contraddistingue la presentatrice, in forza sulla rete Mediaset.

Storie in cui possiamo identificarci facilmente tutti, come dimostra la commozione degli amati giudici di Tu sì que vales, Gerry Scotti, Rudy Zerbi, Teo Mammuccari e Sabrina Ferilli, protagonisti della sorpresa iniziale.

Così, nonostante l’ora tarda, le storie del programma ci appassionano fino alla fine, proprio quando la De Filippi cala la sua ennesima carta vincente, Can Yaman, protagonista della sorpresa finale.

Can Yaman a C’è posta per te

Il momento tanto atteso dalle telespettatrici di C’è posta per te arriva intorno alla mezzanotte, quando Can Yaman entra in studio, protagonista della seconda sorpresa della puntata.

L’attore – impegnato nelle riprese di Viola come il mare, fiction destinata all’autunno di Canale 5 – è stato chiamato da Emanuele per ringraziare la mamma e la nonna – fan del sex symbol turco – per averlo cresciuto, nonostante le difficoltà.

Facile per tanti di noi rispecchiarsi nella storia del ragazzo, ma altrettanto facile provare un pizzico di invidia per la nonna e la mamma di Emanuele, che hanno potuto stringere (e ballare) con uno degli uomini più belli del mondo.

In queste situazioni la De Filippi sorride, consapevole di quanto riuscitole, anche se nessun ospite potrebbe fare nulla senza la sua incredibile capacità di raccontare la vita di tutti i noi.

Il gran successo della trasmissione è altresì dimostrato anche dal riscontro social: l’hashtag di C’è posta per te ha conquistato – ancora una volta – la classifica dei trend topic della serata.

Tali e quali si difende

Dall’altra parte, Carlo Conti si difende anche questa settimana. Il volto Rai – grande amico di Maria, tra l’altro – sapeva fin dall’inizio che non sarebbe stata una partita facile.

Così prova a tenersi in piedi con Tali e Quali, dedicato alle imitazioni di persone sconosciute, che punta – a differenza del format di Canale 5 – più sul divertimento, contando su una giuria di fuoriclasse del genere, come la superba Loretta Goggi, Cristiano Malgioglio e Vincenzo Salemme.

Nonostante le doti indiscutibili del presentatore toscano, e la verve dei giurati a cui ribattono le ottime esibizioni dei Nip, il programma di Rai Uno non riesce a scalfire – né tantomeno impensierire – il diretto competitor.

Malgrado la sconfitta, Conti porta a casa un programma comunque piacevole, sebbene contro il format della De Filippi c’è davvero poco da fare. In fondo la sua è una storia d’amore – col pubblico – che dura da oltre 20 anni.

Can Yaman a C'è posta per te

Can Yaman a C’è posta per te